Perdere peso aumenta il testosterone?

Il sovrappeso è responsabile della carenza di testosterone? Perdere peso aumenta il testosterone, o il testosterone ti fa dimagrire? Lo saprai leggendo questo:

Testosterone a mezz’asta?
Stanco, ammorbidito, immotivato, senti la tua forza fisica indebolirsi a poco a poco.

Le tue notti sono calme e non hai sogni erotici o spettacoli notturni.

La tua libido è piatta e il tuo partner, nel migliore dei casi, si lamenta per questo, nel peggiore dei casi ride.

Se ti riconosci in questo tavolo è probabile che tu soffra di un calo di testosterone.

Il testosterone è l’ormone sessuale maschile. È lei che è all’origine dello sviluppo delle caratteristiche sessuali secondarie nel giovane: voce profonda, mascelle quadrate, pelosità, sviluppo della muscolatura.

Troppo testosterone è anche la causa di comportamenti a rischio, la pratica di sport estremi e, naturalmente, la necessità di fare l’amore il più spesso possibile.

Quando preoccuparsi?
Ma se il testosterone generalmente scorre liberamente nei giovani uomini, i suoi tassi cominciano a ridursi gradualmente oltre i 25 anni.

È normale e senza conseguenze fino al giorno … I livelli di testosterone collassano in modo anomalo. Questo è dove devi preoccuparti.

Ci possono essere diverse cause per questo collasso dell’ormone sessuale maschile, ma è una causa specifica che ci interessa oggi, e che potrebbe riguardarti se sei rivestito.

Gli uomini in sovrappeso hanno statisticamente più probabilità di avere bassi livelli di testosterone. Ed è valido anche per i giovanissimi, come dimostrato da uno studio del 2013 (1).

L’ingrasso riduce i livelli di testosterone
Sì, essere sovrappeso può essere responsabile per l’abbassamento del testosterone. Il meccanismo è abbastanza semplice:

Il grasso corporeo produce un enzima, l’aromatasi. Il suo ruolo è quello di catturare un po ‘del testosterone libero per trasformarlo in estradioli, gli ormoni sessuali femminili. Questo fenomeno è chiamato aromatizzazione

È un processo naturale e normale: gli uomini hanno anche bisogno di estrogeni.

Ma gli uomini sani non dovrebbero avere grasso corporeo in eccesso, ed è qui che può sorgere il problema in caso di sovrappeso:

Il grasso corporeo in eccesso produce un eccesso di aromatasi e cattura troppo testosterone libero. Risultato: una certa femminilizzazione dell’uomo in sovrappeso. L’escrescenza del seno è l’espressione più evidente.

I chili di età, il peggiore per il testosterone
L’età è il fattore più comune di questo aumento di peso demivibrante. Infatti, negli esseri umani, l’età causa una cascata di cambiamenti fisiologici e biochimici che influenzano il sistema endocrino, quello che produce gli ormoni.

Con l’età c’è anche un aumento del grasso corporeo e una diminuzione della massa muscolare.

Questo aumento del tessuto adiposo provoca un aumento di aromatasi che converte il testosterone in estradiolo.

E questo porta ad una diminuzione del testosterone libero. Che a sua volta promuove l’accumulo di grasso viscerale. Un vero circolo vizioso!

Se ingrassare riduce i livelli di testosterone, è vero il contrario?

La perdita di peso aumenta il testosterone?
Secondo uno studio pubblicato nel 2012, “la perdita di peso potrebbe ridurre la prevalenza della carenza di testosterone del 50% negli uomini anziani, in sovrappeso e pre-diabetici”. (2)

Chiaramente: sì, perdere peso potrebbe aiutare a ripristinare i normali livelli di testosterone negli uomini in sovrappeso.

Secondo i ricercatori che hanno lavorato con più di 900 uomini per raggiungere questa conclusione, sarebbe addirittura essenziale passare attraverso una perdita di peso prima di considerare qualsiasi supplementazione di testosterone.

In effetti, gli scienziati hanno fatto questa scoperta per caso, mentre cercavano di conoscere l’impatto di un cambiamento di stile di vita sui pazienti pre-diabetici. E analizzando i loro livelli di testosterone nel sangue, hanno visto che coloro che avevano perso peso avevano visto salire i loro livelli di testosterone.

Non è necessario essere diabetici per trovare livelli di testosterone soddisfacenti perdendo grasso corporeo. Basta essere in sovrappeso e avere livelli di testosterone libero anormalmente bassi. Segui questo link per sapere come valutare il tuo livello di testosterone.

Lo sport per perdere peso e aumentare il testosterone
Sembra che l’impatto dello sport intensivo sul testosterone sia duplice: lo sport consente la perdita di grasso negli uomini in sovrappeso e allo stesso tempo aumenta i livelli di testosterone.

In ogni caso, questa è la conclusione del dott. Hiroshi Kugamai. Ha condotto uno studio sull’impatto dello sport aerobico sul testosterone negli uomini in sovrappeso o obesi.

Secondo i suoi risultati, l’esercizio non ha alcun impatto sugli uomini testosterone il cui peso è normale. Al contrario, l’esercizio di tipo aerobico ha un impatto positivo sul testosterone degli uomini in sovrappeso.

Ciò che è interessante è che il ricercatore ha scoperto che questo impatto positivo dello sport sul testosterone esiste, anche indipendentemente dalla perdita di grasso.

Ma solo se sei sovrappeso
Attenzione, perdere peso aumenta il testosterone negli uomini che hanno eccesso di grasso corporeo, sì, ma non in altri.

Gli uomini che hanno già un indice di massa corporea basso non dovrebbero perdere troppo grasso a causa del calo del testosterone.

L’ideale sarebbe tra 8 e 14% di grasso corporeo. Sotto il sistema endocrino responsabile della produzione di ormoni potrebbe essere sotto-regime. Di conseguenza, il problema di abbassare i livelli di testosterone potrebbe sorgere di nuovo.

 

C'è un nuovo trattamento naturale al 100% e garantito al 100% che sta aiutando migliaia di persone in tutto il mondo a curare la loro disfunzione erettile, clicca qui e guarda il video

Eiaculato regolarmente fa bene alla salute?

Sentiamo tutto e il suo contrario sulle virtù o sui pericoli delle frequenti eiaculazioni.

I seguaci del Tantrismo raccomandano di mantenere il suo seme per preservare la sua virilità.

Quindi, l’eiaculazione regolarmente fa bene alla salute o ti svuota della tua forza vitale? Ecco le risposte della scienza:

L’eiaculazione protegge dal cancro alla prostata …
Sì, eiaculare regolarmente fa bene alla salute, soprattutto se sei un uomo con più di 50 anni.

Uno studio sull’argomento è stato appena condotto utilizzando i dati raccolti per 8 anni su quasi 30.000 uomini tra i 46 e gli 81 anni. (1)

Gli uomini che riferiscono un minimo di 21 eiaculazioni al mese nella mezza età hanno un rischio inferiore del 32% di riportare il cancro alla prostata in seguito, rispetto a quelli che eiaculano da 4 a 7 volte al mese.

La riduzione del rischio sale fino al 51% in meno in coloro che eiaculano più di 21 volte al mese.

I ricercatori hanno anche stabilito che se aggiungete tre eiaculazioni alla quota settimanale, riducete il rischio di sviluppare il cancro alla prostata del 15%.

Lo studio non fa differenza tra diversi contesti di eiaculazione. Questo non cambia nulla che si verifica durante il sesso, dopo la masturbazione o durante una trasmissione notturna.

… ma solo negli over 50
Attenzione, le informazioni precedenti sono da prendere con le pinzette se hai meno di 40 anni. In effetti, un altro studio ha dimostrato l’effetto opposto dell’eiaculazione nei giovani uomini. (2)

Questo studio del 2009 ha coinvolto 431 uomini a cui è stato diagnosticato un cancro alla prostata prima dei 60 anni e 409 uomini controllati.

Sembra che coloro che hanno avuto la vita sessuale più attiva durante i venti e trenta anni siano quelli con il maggior numero di tumori alla prostata. D’altra parte, dall’età di 50 anni, come abbiamo visto sopra, la tendenza è invertita e la frequenza delle eiaculazioni è sinonimo di riduzione del rischio di cancro.

Secondo gli autori di questo studio, una delle spiegazioni per l’effetto protettivo dell’attività sessuale negli uomini di età superiore ai cinquanta è che l’eiaculazione elimina le tossine accumulate e quindi riduce il rischio di sviluppare il cancro nell’area della prostata.

L’eiaculazione spesso migliora la fertilità
A priori, tra le coppie che hanno difficoltà ad avere un figlio, c’è un equivoco che ha una vita dura: sarebbe necessario astenersi dal rapporto sessuale per diversi giorni per massimizzare le sue possibilità di concepimento.

Ma sembra che la scienza venga a contraddire questa idea ricevuta.

Secondo uno studio condotto nel 2009 in Australia, un’eiaculazione quotidiana per 7 giorni migliorerebbe la qualità dello sperma. (3)

Nello specifico, i ricercatori hanno riscontrato una riduzione del danno al DNA dello sperma in caso di eiaculazione quotidiana.

Certo, questa frequenza di eiaculazione ha effettivamente ridotto il volume degli spermatozoi e la concentrazione di spermatozoi, ma ha migliorato la loro mobilità. Quindi non è la quantità che conta, in materia di sperma no, di più, ma la qualità.

Anche lì, la masturbazione o i rapporti sessuali non cambiano la qualità dello sperma.

L’eiaculazione regolare previene la disfunzione erettile
Con l’età, la mancanza di pratica potrebbe essere la causa di un declino della funzione sessuale.

Gli organi sessuali maschili avrebbero quindi bisogno di fare una sorta di ginnastica regolare per poter continuare a funzionare in modo ottimale.

Il sesso regolare è uno dei modi migliori per prevenire l’insorgenza della disfunzione erettile.

Questa è in ogni caso la conclusione di uno studio condotto in Finlandia nel 2008, basato su dati raccolti da 989 uomini di età compresa tra 55 e 70 anni. (4)

Mostra che gli uomini che hanno meno rapporti sessuali a settimana sarebbero più propensi a soffrire di disfunzione erettile in seguito.

Rende ancora più intelligente
In ogni caso sembra che preservi l’attività cerebrale tra gli anziani. Uno studio ha dimostrato che i rapporti sessuali regolari oltre i 50 anni migliorano la funzione cerebrale.

Secondo i ricercatori, il rilascio di ormoni come la dopamina e l’ossitocina potrebbe essere la causa di questo effetto positivo sul cervello degli uomini di mezza età. (5)

conclusione:
Eiaculare regolarmente fa bene, capisci.

Infatti, più si invecchia, più si deve eiaculare regolarmente per mantenere la virilità e la capacità erettile, ma anche per migliorare la capacità cerebrale.

Se hai problemi di fertilità, l’eiaculazione frequente potrebbe anche migliorare la qualità del tuo seme.

La nostra opinione su Viga +, il supplemento per gli uomini

Che dire degli integratori che promettono agli uomini di migliorare le loro erezioni. A volte cattivo, ma anche buono in alcuni casi. Ecco la nostra opinione su Viga +, il supplemento per gli uomini che vogliono migliorare la qualità delle loro erezioni, ma anche la loro salute generale.

Agire su due fronti
Qual è spesso la causa dei problemi di erezione?

Problemi cardiovascolari
Stress globale
L’uno e l’altro spesso vanno insieme per organizzare tutto.

Basti dire che è su entrambi i tavoli che è meglio giocare per essere certi di trovare una capacità di costruzione concreta.

Questo è l’aspetto interessante della formula del supplemento Viga +.

Infatti, questa creazione di laboratori Nutravitali combina diversi estratti vegetali super efficaci nelle aree della circolazione sanguigna, la lotta contro lo stress e la vitalità cardio-vascolare.

L’ossido nitrico nel cuore della battaglia per l’erezione
Affinché l’erezione segua naturalmente l’eccitazione e sia sufficientemente rigida, alcuni neurotrasmettitori e messaggeri chimici devono fare il loro lavoro correttamente.

L’ossido nitrico è uno di questi messaggeri più importanti. È un gas del sangue che promuove la dilatazione delle arterie e delle vene.

L’ossido nitrico è sintetizzato a livello dell’endotelio vascolare, cioè la parete delle cellule lisce che rivestono l’interno dei vasi sanguigni. La sua azione provoca il rilassamento delle pareti dei vasi e delle arterie, che stimola il flusso sanguigno nei tessuti.

Precisamente, è il rilascio di ossido nitrico a livello del pene durante lo stimolo sessuale che consente l’erezione.

Più uno produce ossido nitrico, meglio è per l’erezione, ma anche per l’irrigazione e l’ossigenazione di tutti gli organi.

Due ripetitori di ossido nitrico
I booster di ossido nitrico naturali scelti da Nutravitali per integrare la formula Viga + sono:

Arginina alfa chetoglutarato
epimedium
L’arginina è un amminoacido ed è il principale precursore dell’ossido nitrico nel corpo. Il problema dell’arginina usato come integratore alimentare è che è scarsamente metabolizzato dall’organismo. Questo è il motivo per cui è meglio associarlo con una molecola che lo rende bioassimilabile.

Pertanto è sotto forma di alfa-chetoglutarato che l’arginina sarà completamente utilizzata per produrre un massimo di ossido nitrico.

L’epimede, un altro ingrediente favorevole al rilassamento delle pareti dei vasi sanguigni, è una pianta conosciuta anche con il nome di erbaccia di capra cornea. Non è per niente che è tradizionalmente usato dalla medicina cinese per aumentare il vigore sessuale degli uomini. Uno studio sui topi ha quindi permesso di dimostrare la realtà delle proprietà erettili del suo principio attivo, l’icariina.

L’Icariina è particolarmente contraria all’azione dell’enzima PDE5, che è un inibitore ciclico GMP, un messaggero, necessario per il rilassamento della muscolatura liscia dei vasi, proprio come l’ossido nitrico.

Ginkgo, l’angelo custode delle navi
Un altro ingrediente di Viga +, il ginkgo biloba è una piccola cassetta degli attrezzi per tutti i problemi cardiovascolari. È stato usato per millenni dalla medicina tradizionale cinese per trattare problemi circolatori.

La scienza convalida questo uso: Esistono prove che il ginkgo biloba stimola la produzione di ossido nitrico, fino al 40% nelle persone con scarsa circolazione

Il ginkgo biloba ha anche dimostrato la sua capacità di eliminare la placca ateromatosa che irrigidisce le arterie riducendo l’ossidazione del colesterolo LDL

In questo modo, migliora la flessibilità e la funzione dei vasi sanguigni, compresi quelli che attraversano il pene.

La palma nana, piccola ma virile
Il saw palmetto o saw palmetto può essere considerato un potente alleato al servizio della tua virilità. Come?

Innanzitutto perché combatte contro il diidrotestosterone (DHT) e promuove la circolazione del testosterone libero nel sangue.

Quindi, grazie alla sua capacità di combattere contro gli spiacevoli sintomi dell’ipertrofia della prostata.

L’ipertrofia della prostata è benigna, ma estremamente comune negli uomini con più di 50 anni. Problemi di incontinenza, risvegli notturni, ma anche problemi di disfunzione erettile sono legati all’ipertrofia della prostata.

Bene, diversi studi scientifici hanno dimostrato gli effetti positivi di un estratto di saw palmetto sui sintomi dell’ipertrofia prostatica benigna.

Ginseng, erezione e anti stress
Un altro grande nemico dell’erezione: lo stress. Un farmaco per l’erezione e la salute maschile dovrebbe contenere logicamente nutrienti in grado di ridurre lo stress o combattere contro i suoi effetti nocivi sul corpo.

Questo è il caso di Viga + grazie alla presenza di ginseng, una delle piante adattogene più efficaci, soprattutto per gli uomini.

Infatti, questa pianta utilizzata per millenni in Asia ha un impatto positivo su molti parametri di salute: è un potente antiossidante che migliora il benessere generale, migliora la circolazione sanguigna, riduce la fatica e soprattutto …

Il ginseng migliora l’erezione, come dimostrato da uno studio coreano nel 2009 (5)

Il Ginseng è anche un buon protettore della fertilità maschile grazie alla sua attività antiossidante che protegge soprattutto gli spermatozoi.

Sinergia per l’erezione
Ginseng, epimede, ginkgo biloba, palma nana, arginina bio assimilabile, questo è ciò che contiene la formula Viga +.

Ciò che è interessante qui è la combinazione di tutti questi ingredienti attivi, dimostrati efficaci indipendentemente l’uno dall’altro. Il corpo trarrà da ogni ingrediente attivo qualcosa da migliorare:

circolazione sanguigna
flessibilità arteriosa
ossido nitrico
livelli di testosterone
lo stato della prostata
La nostra opinione su Viga + è che è anche un integratore molto utile, non solo per l’erezione, ma anche per la salute generale dell’uomo. Con la presenza di risorse per il fitness cardiovascolare e un potente adattogeno, migliora la tua forma fisica e la tua capacità di resistere allo stress mentale e fisico.

Troverete Viga + in vendita online al miglior prezzo su questo sito.

Quante volte un uomo può fare l’amore una settimana?

Il sesso fa bene alla salute! Tutti te lo diranno. Tranne quando lo si abusa. Quante volte un uomo può fare l’amore una settimana? Qual è la frequenza ideale? E c’è un momento in cui può diventare un problema? Le risposte qui:

Capacità fisiche che variano
Gli uomini non sono tutti uguali prima della sessualità. Può un uomo di 70 anni fare l’amore tutte le volte che un giovane di 18 anni? No, purtroppo.

In effetti, il periodo di attesa obbligatorio tra due rapporti sessuali varia molto a seconda dell’età.

Questo periodo di attesa, chiamato fase refrattaria, è il tempo che intercorre tra l’eiaculazione e la capacità di avere una nuova erezione.

La fase refrattaria dura da 2 a 15 minuti nel giovane uomo, mentre può durare da 1 a 2 ore a 40 anni e andare fino a 24 ore dopo 70 anni.

A parte la domanda sul desiderio (e l’esistenza) di un potenziale partner, un uomo sopra i 70 anni deve quindi considerarsi estremamente fortunato se fa l’amore 7 volte a settimana.

Per quanto riguarda il giovane, la sua capacità di fare l’amore è in teoria virtualmente illimitata.

Logicamente concluderemo che dal punto di vista del periodo refrattario, si può tecnicamente essere in uno stato per fare l’amore:

70 volte a settimana circa 20 anni
7 volte massimo a settimana da 70 anni
Avvertiremo ancora coloro che vogliono provare il disco: oltre 3-5 volte al giorno diventa difficile eiaculare, e rischiamo l’irritazione del glande.

Ma non saremo molto avanzati sapendo questo.

Quanto sesso? I numeri reali
Il famoso Kinsey Institute dedicato alla ricerca su genere, riproduzione e sesso, ha pubblicato uno studio che dà un’idea della frequenza media delle relazioni sessuali per gruppo di età.

18 – 29 anni: faremo l’amore due volte alla settimana in media
30 – 39 anni: è 1,6 volte a settimana
40 – 49 anni: andiamo a solo una volta alla settimana
E con l’età non funziona.

Ma queste cifre non ci dicono nulla sulla durata e la qualità di questi rapporti sessuali, per non parlare della soddisfazione dei partner l’uno con l’altro.

La frequenza ideale?
Diversi studi hanno esaminato la questione del numero di rapporti sessuali ottimali per la soddisfazione all’interno della coppia. Quante volte un uomo può fare l’amore ogni settimana per soddisfare il suo partner?

Al di là dei primi mesi di passione che vedono le coppie moltiplicare i rapporti nello stesso giorno, secondo alcuni di questi studi, l’ideale sarebbe fare l’amore 3-4 volte a settimana.

Ma un altro studio anche sullo sviluppo della coppia contraddice queste cifre. Nel 2015 i ricercatori della rivista Social Psychological and Personality Science hanno analizzato i questionari inviati a 30.000 coppie americane per 40 anni.

Di conseguenza, le coppie più appaganti sono quelle che fanno l’amore una volta alla settimana. Oltre a ciò, il livello di adempimento tende a diminuire.

Quindi alla domanda “quante volte l’uomo può fare l’amore una settimana?”, Risponderemo “tante volte quanto è necessario per soddisfare i suoi desideri e quelli del suo (o suo) partner”.

A meno che l’uomo non abbia molto più desiderio che possibilità, il che può essere un problema.

Dall’iper-sessualità alla dipendenza
Non è perché abbiamo la capacità di fare l’amore ogni venti minuti che incateneremo il coito. Come sappiamo, il desiderio e la necessità di fare l’amore variano enormemente secondo gli individui.

Alcuni uomini sono molto contenti del sesso settimanale.
Alcune persone hanno un forte appetito sessuale e devono fare l’amore ogni notte per sentirsi bene.
Altri hanno bisogno di fare l’amore anche più spesso, in qualsiasi momento del giorno o della notte, anche al lavoro. Si può parlare di donjuanismo e si dice che molte figure storiche abbiano avuto bisogni così insaziabili.

Detto questo, lungi dall’essere ammirato con ammirazione, l’iper-sessualità è spesso vicina alla dipendenza dal sesso.

Assuefatto al sesso?
In quest’area, il confine tra normalità e patologia è piuttosto vago.

Qual è il riconoscimento di un comportamento sessuale eccessivo? Quando ciò ha conseguenze negative sulla nostra vita personale, sociale e professionale.

Quindi, secondo gli psichiatri americani che hanno convalidato il disturbo – come una nuova patologia mentale ci sono diversi criteri precisi:

Fantasie sessuali ricorrenti
Comportamenti sessuali istintuali che sono durati per almeno sei mesi
Il bisogno di sesso appare come un modo per affrontare il cattivo umore, la depressione o lo stress eccessivo
L’individuo non può limitare o interrompere le sue attività sessuali anche se gli sembrano problematiche
In questi casi si può parlare di disordine iper-sessuale o dipendenza dal sesso.

La quantità non è tutto
Da questi diversi studi si può concludere che mentre la frequenza dei rapporti sessuali è spesso correlata all’età, la frequenza non è l’unica variabile che può portare alla conclusione di una dipendenza.

Quante volte un uomo può fare l’amore ogni settimana senza essere scambiato per un tossicodipendente?

Infatti, un uomo in una relazione recente con un partner ad alta richiesta può avere del tutto del sesso senza un problema psicologico.

Mentre un altro può fare sesso 5 volte a settimana con le prostitute e soffrire di una dipendenza da sesso.

Quello che possiamo ricordare è che il numero di rapporti sessuali che avrai in una settimana

non promette nulla di buono per una possibile dipendenza sessuale
non promette nulla di buono per la tua capacità di essere un buon amante
ma

può dare una buona indicazione del tuo stato di forma fisica e della tua età.

Come perdere le natiche negli uomini

Sei complesso per le natiche troppo ingombranti per un uomo? Ecco come perdere peso nell’uomo.

Grandi glutei: non molto virili
Le grandi natiche, è stato a lungo il complesso femminile per eccellenza. E poi la moda è cambiata e un gluteo voluminoso ma ben progettato è diventato sinonimo di sexy per molti

Nell’uomo d’altra parte niente di tutto questo: nessuna Kim Kardashian nel maschile per rendere le grandi natiche mascoline un fascino da briscola

E per una buona ragione: le natiche arrotondate sono sempre un patrimonio femminile sinonimo di fertilità. L’opposto della virilità in somma.

Per capire come perdere le natiche negli umani devi sapere che ci sono due tipi morfologici difficili da sfuggire:

La forma della mela: spalla robusta e pancia rotonda, con gambe magre. È la forma di androide. Questa è la tipica distribuzione del grasso maschile: la maggior parte degli uomini che ingrassano lo fa secondo questo schema.
La forma a pera: spalle strette e fianchi larghi con accumulo di grasso sulle natiche e sulle cosce. Questa è la tipica distribuzione del grasso femminile.
La nostra appartenenza ad uno di questi gruppi è purtroppo determinata dalla genetica. Se la maggior parte degli uomini è a forma di mela, e la maggior parte delle donne a forma di pera, ci sono delle eccezioni e potresti farne parte.

Se sei un tipo pera non sognare, è impossibile cambiare completamente il tipo di morfologia. D’altra parte è possibile organizzare le cose con un minimo di disciplina

Qual è il grasso dei glutei?
Sai perché le donne hanno meno probabilità di soffrire di malattie cardiovascolari rispetto agli uomini? Per prima cosa, la buona notizia è che il grasso sulla schiena è molto meno pericoloso del grasso addominale che si deposita tra gli organi.

Non ti conforta avere dei grandi glutei?

Dì a te stesso che questo grasso non è impossibile da eliminare, ma dovrà mirare attraverso uno stile di vita particolare e una buona routine sportiva, adattata al tuo caso. Potresti migliorare la tua libido perdendo grasso.

Perdere glutei negli esseri umani dal cibo
Se conservi il grasso a livello gluteale, devi prima limitare l’apporto calorico che promuove lo stoccaggio. Se sei un dolce becco in particolare, hai maggiori probabilità di prendere i glutei.

Infatti, i nutrienti più rapidamente immagazzinati dal corpo sono i carboidrati (zuccheri). Si trovano sotto forma di grasso corporeo per servire come riserva “just in case”, specialmente per le donne.

Nel complesso è semplice, per perdere peso in entrambi gli uomini e le donne devono adottare una dieta che promuove la perdita di peso. Ma attenzione ai vecchi riflessi. Non devi andare in guerra con il grasso, ma piuttosto con gli zuccheri. In sintesi hai interesse in:

Ridurre i carboidrati: eliminare assolutamente tutti i dolci, ma anche pane bianco, pasta bianca e patate. Sostituirli con cereali integrali e ridurre comunque le porzioni di carboidrati.
Aumentare l’assunzione di verdure: il piatto dovrebbe contenere 2/3 di verdure. Si saziano, sono carichi di sostanze nutritive e promuovono il drenaggio, il che è positivo se il grasso sui glutei assume la forma di cellulite.
Consuma abbastanza proteine: consuma proteine ​​animali una volta al giorno per preservare la massa muscolare. È lei che attingerà alle tue riserve e ti permetterà di perdere grasso, ovunque tra i glutei.
Perdere glutei negli uomini dallo sport
Come sbarazzarsi dell’adiposità posteriore in eccesso? Nessun miracolo, per eliminare il grasso corporeo devi fare abbastanza sport per bruciare le riserve accumulate.

Per questo, alcuni esercizi sono migliori di altri. Favorisci quelli che aumentano il tuo metabolismo per bruciare grassi anche quando sei inattivo.

Per aumentare il metabolismo niente come HIIT o allenamento frazionario di alta intensità. Infatti, in 15-20 minuti di HIIT si bruciano tante calorie quante 1 ora di barbante per allenamento cardio.

Si tratta di eseguire saltando jack, burpee, squat jumping, esercizi di sollevamento del ginocchio ad altissima intensità per un breve periodo, quindi in esecuzione in una modalità di recupero. Andiamo da 5 a 10 cicli in questo modo.

Esempio con tecnica HIIT Tabata che sembra dare buoni risultati:

 

Tabelle HIIT:

Dopo un riscaldamento di 5 minuti, ripetere il ciclo successivo 8 volte senza fermarsi:

20 secondi di esercizio alla massima capacità
10 secondi di recupero nel jogging sul posto.
Finisci 5 minuti di stretching.

Puoi iniziare con il peso del corpo e quindi introdurre esercizi con manubri, se lo desideri.

Ci sono applicazioni Tabata per smartphone per un tempismo facile.

Risultato: il tuo metabolismo viene potenziato per diverse ore e non ti annoi perché hai variato gli esercizi.

Muscoli le natiche per perdere peso?
Idealmente, vale anche la pena sostituire questo grasso con un sedere sodo e muscoloso. Sì, le natiche degli uomini tirati e sodi sono molto più attraenti per le donne rispetto alle natiche piatte e morbide.

Per rafforzare i suoi glutei, un esercizio da star: lo squat.

In piedi, le gambe leggermente più larghe della larghezza dei fianchi, scendono tenendo la schiena dritta come se volessi sedere su una sedia invisibile. Quindi torna su.

Questo esercizio può essere incatenato più volte possibile. Puoi farlo anche con i manubri o una barra con il peso per peggiorare le cose.

Dato che i glutei sono i muscoli più grandi del corpo, dai muscoli attingi alle tue riserve di grasso, che è tutto per perdere i glutei.

Attenzione, consiglio importante: prima di iniziare l’allenamento con i pesi con gli squat, assicurati di aver perso del peso complessivo. Altrimenti, i tuoi muscoli aggiungerebbero volume alle tue natiche ancora coperte di grasso. E potresti ottenere l’opposto dell’effetto desiderato: glutei troppo grandi.

Aspirina e coca, un effetto del Viagra?

Se senti delle voci, bere un bicchiere di coca in cui hai sciolto un’aspirina avrebbe avuto un irresistibile effetto afrodisiaco per uomini e donne. Quindi aspirina e coca, un effetto Viagra? Questo cocktail è davvero così esplosivo? Mito o realtà, lo saprai presto

Aspirina e coca, una vecchia storia
È una storia che hai sentito da quando eri adolescente: mescolare aspirina e coca darebbe impulsi sessuali violenti a ragazze e ragazzi. Tranne che altri ti hanno anche avvertito: attenzione, fa impazzire!

O hai sentito che ti mette in un secondo stato e puoi fare qualsiasi cosa. Quel che è certo è che schiuma. Ma non sarebbe un po ‘di pschitt? Un breve tour degli elementi in presenza:

Gli effetti dell’aspirina
L’aspirina o acido acetilsalicilico è un principio attivo con proprietà multiple:

Anti dolore, anti febbre, anti infiammatorio, anti aggregante piastrinica.
Originariamente, questa sostanza attiva è stata trovata nella corteccia del salice, utilizzata per le sue proprietà anti dolore e anti febbre sin dall’antichità.

Ma non è stato fino alla metà del diciannovesimo secolo che l’acido acetilsalicilico è stato sintetizzato e immesso sul mercato.

L’aspirina è principalmente usata per trattare il dolore e la febbre bassa.

Nei soggetti a rischio, viene anche usato come prevenzione della recidiva di attacco o infarto perché riduce l’aggregazione piastrinica nei vasi sanguigni. (1)

Gli effetti della coca
La coca contiene pochi principi attivi. I due principali sono:

zucchero
caffeina
L’effetto immediato dello zucchero in un bicchiere di coca è aumentare la glicemia e la produzione di insulina. Porta anche energia immediata ai muscoli e al cervello, utile in caso di intenso sforzo.

La caffeina è un principio attivo naturale con effetti psicostimolanti.

Si trova in molte piante: tè, caffè, cioccolato, compagno …

Può anche essere sintetizzato artificialmente.

La caffeina aumenta la resistenza nell’esercizio cardiovascolare (1) e aumenta la forza muscolare.

Soprattutto, la caffeina ha un effetto anti-fatica: aumenta la capacità di stare sveglio e prontezza.

Alcune proprietà della caffeina non persistono nel tempo con il consumo regolare. L’effetto dipendenza della caffeina riduce notevolmente il suo impatto sul corpo dopo tre settimane di consumo giornaliero.

Tuttavia, in soggetti non allenati, i ricercatori hanno trovato i seguenti effetti per una dose di caffeina corrispondente a una tazza di caffè (3):

Aumento della pressione sanguigna
Risveglio, persino eccitazione
Sensazione di volo a vela
Buon morale
È la presenza di caffeina nella coca che giustificherebbe l’azione “simile al Viagra” quando l’aspirina e la coca sono mescolate. Ma cos’è veramente?

Un farmaco da banco
Partendo dal principio che si trova in questo cocktail i 3 elementi precedentemente menzionati: zucchero, caffeina e aspirina, è difficile concludere con un effetto potenziale il Viagra.

Come prova, una specialità farmaceutica è quella da banco che contiene quasi gli stessi ingredienti e non è specificatamente prescritta o utilizzata per i guasti sessuali: è l’aspirina che contiene caffeina.

Nella caffeina Aspro, questo farmaco da banco per il dolore lenitivo e la febbre è:

500 mg di acido acetilsalicilico
50 mg di caffeina
In 25 cl di coca ci sono 25 mg di caffeina.

Producendo il suo cocktail di cocaina di aspirina, otteniamo a malapena metà della caffeina rispetto alla specialità medicinale, per la stessa quantità di aspirina.

E non importa quanto, nessuna elevazione del desiderio sessuale o della qualità delle erezioni negli effetti collaterali della caffeina Aspro.

Gli effetti avversi riportati sono i seguenti:

Mal di stomaco, emorragia, tinnito, allergia (orticaria, edema), palpitazioni, eccitazione, insonnia.

Aspirina e coca, un cocktail che rende Pschitt?
Niente di molto afrodisiaco saremo d’accordo.

Possiamo quindi concludere che mescolare aspirina e coca non creerà il tanto decantato afrodisiaco in tutti i siti, e che si tratta in effetti di una leggenda metropolitana.

Ricordiamo a coloro che vogliono ancora verificare se l’aspirina e la coca hanno un effetto Viagra che l’aspirina non è una droga banale e ha controindicazioni:

Allergia ai FANS e all’aspirina, ulcera, insufficienza renale, epatica o grave, asma, gotta, IUD (nelle donne), gravidanza (assolutamente vietata).

Come aumentare il desiderio di sua moglie?

Il desiderio femminile è complesso: a volte potente, a volte fragile, obbedisce a diverse regole del desiderio maschile. Ne parliamo meno del desiderio maschile, ma è possibile riavviarlo quando fallisce. Ecco come aumentare il desiderio di sua moglie.

Desiderio vs. eccitazione
Devi distinguere tra eccitazione sessuale e desiderio o libido. Quando tutto va bene i due elementi non sono realmente dissociabili, ma quando c’è un problema questa simbiosi non è più così ovvia.

La libido è l’interesse per le cose del sesso in generale. Possiamo parlare di appetito o desiderio sessuale.
L’eccitazione è la risposta fisiologica alla stimolazione e al desiderio sessuale: la capacità dei tessuti della vagina di ingoiarsi di sangue e di lubrificare per fare sesso.
In alcuni casi questa risposta fisiologica al desiderio è insoddisfacente. Questo è spesso il caso per ragioni ormonali durante la menopausa.

La lubrificazione della vagina non viene più fornita correttamente e le segnalazioni, anche se desiderate, possono causare dolore.

Ci sono modi per regolare questi disturbi dell’eccitazione (creme, gel, trattamento ormonale).

Il desiderio, d’altra parte, è più fragile e più sottile di stimolare che l’eccitazione.

Femmina, maschio, 2 libido distinte
Soprattutto, bisogna sapere che il desiderio femminile è molto diverso dal desiderio maschile. Secondo uno studio citato dall’AFU, il 30% delle donne ha pensieri sessuali nel giorno contro il 60% degli uomini. (1)

Sempre secondo l’Associazione Francese di Urologia, “C’è un piccolo desiderio sessuale femminile spontaneo e questo desiderio femminile non è, in generale, sufficiente per iniziare un’attività sessuale, mentre è nell’uomo ; molti altri stimoli sono non sessuali (qualità della relazione …). ”

Un altro studio ha rilevato che il 32% delle donne che hanno rapporti a lungo termine non ha desiderio sessuale quando inizia un’attività sessuale. Contrariamente al desiderio maschile, il desiderio femminile richiede quindi di essere sollecitato regolarmente a soffrire di addormentarsi.

Per questo motivo, i disturbi del desiderio delle donne rimangono molto complessi da identificare e trattare.

Qui ci sono le ragioni più comuni per il declino della libido femminile e come aumentare il desiderio di sua moglie.

Maternità e desiderio
Il desiderio può anche essere la vittima degli sconvolgimenti ormonali che il corpo di una donna sperimenta durante la sua vita. E la maggior parte ruota intorno alla maternità:

Gravidanza: ogni gravidanza è diversa Non fare affidamento su coloro che affermano che la loro donna è diventata molto calda durante la gravidanza e pensa che sua moglie non sia normale. Alcune donne avranno invece una relazione molto complessa con la sessualità per paura di ferire il futuro bambino. Parlane per rassicurarla, ma non metterla sotto pressione. Privilegiare una sessualità non invadente (carezza, masturbazione, ecc.) Per far rivivere il desiderio senza stress.
Il periodo post-gravidanza: in caso di allattamento al seno, viene prodotto un ormone, la prolattina, per promuovere l’allattamento. Questo ormone, così come la relazione madre-figlio, non è favorevole al desiderio. Di nuovo è transitorio, ma non aspettare che salti su se stesso. È meglio stimolare regolarmente la sua fibra sessuale in modo che non si allontani troppo dalla sua libido. Sempre la stessa parola d’ordine: nessuna pressione eccessiva.
Contraccezione: questo è un argomento ancora dibattuto dai medici, ma l’esperienza dei pazienti suggerisce che alcune pillole contraccettive possono avere un impatto molto negativo sulla libido di alcune donne.

Menopausa e desiderio
Questo evento nella vita di una donna merita un capitolo tutto da solo. È la caduta degli ormoni femminili che accompagna la fine del periodo di fertilità femminile. È all’origine di un declino dei segni esteriori del desiderio, come abbiamo visto. Ma a volte è anche accompagnato da una perdita di libido o depressione.

Secondo uno studio internazionale condotto su 3589 donne, i disturbi del desiderio sono avvertiti dall’11% delle donne di età compresa tra i 20 ei 29 anni, ma il 53% tra le donne di età compresa tra i 60 ei 70 anni. (1)

Ci sono terapie di sostituzione ormonale in menopausa che possono respingere questi disturbi per diversi anni. Tuttavia, non sono sicuri (aumento del rischio di cancro) e alcune donne non possono usarlo.

Aumentare il desiderio naturalmente in menopausa
Come aumentare il desiderio di sua moglie alla menopausa? Due erbe hanno dimostrato di migliorare la libido durante la menopausa:

Maca: tradizionalmente usato per trattare i disturbi del desiderio, questo tubero peruviano ha dimostrato di trattare i disturbi della libido indotti dagli antidepressivi. (2)
È stato anche dimostrato che a 3,5 grammi al giorno, la maca allevia la disfunzione sessuale femminile della menopausa senza interferire con gli ormoni. Sembra che sia l’antidepressivo e il potere anolitico di maca a dare questo risultato (3).

Ginseng: in uno studio in doppio cieco sull’argomento, sembrava che 1 grammo di ginseng rosso coreano al giorno migliorasse la libido delle donne all’inizio della menopausa. (4)
Si noti che la pre-menopausa (dall’età di 40 anni) è anche un periodo di declino del desiderio sessuale nel 39% delle donne. (1)

Stress e desiderio
Stanchezza e stress sono due grandi inibitori della libido, anche negli umani. Nelle donne, la famosa “carica mentale” può davvero devastare il desiderio sessuale.

Troppa pressione sul lavoro, troppo problemi di custodia (i bambini vanno allo sport, portati dal dottore ecc.), Preoccupazioni di denaro o problemi di relazione … è tipicamente il tipo di aggiunta che porta a ‘smetti di fare sesso.

Una donna non trae forza dalla sua sessualità, ci mette dentro la sua energia. Quindi quando non c’è più energia, non c’è più desiderio, è così semplice.

Per aumentare il desiderio di sua moglie se sembra sovraccaricata o preoccupata (o entrambe), il suo carico di lavoro e il suo carico mentale devono essere alleviati. Meglio condividere i compiti, aiutarla a risolvere i suoi problemi, farle capire che non è sola e che può riposare anche su di te.

Come aumentare il desiderio di sua moglie in caso di stress? Le piante anti-stress adattogene come la rhodiola, il ginseng, la maca o l’ashwaghanda possono aiutare a eliminare questo stress che mina la libido.

La depressione è anche una fonte riconosciuta di diminuzione della libido. Può essere trattato da alcuni farmaci che inibiscono anche il desiderio che può sembrare controproducente. Ma la libido di solito ritorna alla fine dell’episodio depressivo.

Sessualità ferita
Può accadere che l’assenza del desiderio sia dovuta a un trauma sessuale che va lontano, oa un’educazione basata sulla colpa e sulla nozione di peccato molto forte. Religione, educazione sessuale, abuso, stupro … le cause del trauma sessuale sono molte per le donne.

Se sospetti che la mancanza di desiderio del tuo partner di avere un’origine del genere richieda comprensione ma la spinga a compiere il passo della terapia sessuale, da solo o in coppia.

L’avversione sessuale in particolare (ansia o disgusto al pensiero di un atto sessuale) viene sistematicamente trattata con l’aiuto della psicoterapia.

D’altra parte, una malattia cronica può anche essere una fonte di perdita del desiderio: cancro, rimozione del seno o dell’utero in particolare. Anche qui si trova l’aiuto medico.

Problema di relazione
Se gli uomini possono facilmente provare rabbia e desiderio misto, è più raro nelle donne. Un risentimento, specialmente se è vecchio e se la coppia è in difficoltà, è spesso la causa principale della mancanza di desiderio delle donne. Più che la disaffezione, è spesso il rancore che crea l’impossibilità di rendersi disponibili e di donarsi a un altro.

In questi casi, essere perdonati e rendersi gentili di nuovo sembra una condizione fondamentale prima di ogni tentativo di riattivare la fiamma sessuale tra di voi.

7 azioni per risvegliare il desiderio negli umani

Una volta non è personalizzato, questo articolo è riservato al gentil sesso. La sessualità maschile non è sufficiente di afrodisiaci e pillole per migliorare l’erezione. Se il tuo partner non sembra volerti, potrebbe essere che il suo desiderio si sia addormentato. È ora di suonare la sveglia. Il desiderio maschile passa anche attraverso la testa e i sensi, ecco 7 azioni per risvegliare il desiderio nell’uomo.

Quando il desiderio diventa pigro
Il desiderio sessuale maschile è un impulso guidato principalmente dalla chimica. Nell’uomo, il desiderio è tanto fisiologico quanto psicologico. Ciò significa che quando il corpo e gli ormoni sessuali sono in cima, il desiderio non è un problema.

Per un giovane senza particolari problemi (stress o dipendenza) il problema del desiderio sarebbe piuttosto “come saziarlo e con chi? “.

Ma con l’età, e specialmente a partire dai 50 anni, i livelli di ormoni sessuali diminuiscono gradualmente, la qualità e il potere del desiderio, opachi. E qui il problema è piuttosto “Come restituire il desiderio di volere”.

Non esiste una ricetta miracolosa, ma diversi piccoli trucchi per cercare di darti il ​​massimo delle possibilità di trovare il giusto “detonatore”.

1 Rispetta il tuo orologio biologico
A differenza delle donne che hanno maggiori probabilità di fare l’amore la sera, una volta che le loro preoccupazioni del giorno sono alle loro spalle, gli uomini sono piuttosto migliori al mattino.

Infatti, questo è il momento in cui il loro testosterone è il più alto: circa il 30% in più del solito. È quindi sufficiente indirizzare i loro istinti primari, approfittando della metà del sonno quando il loro cervello è ancora sveglio.

Un piccolo massaggio e mani vaganti come sveglia? Difficile fare più motivazioni per iniziare la giornata.

Rianima il cacciatore
Non possiamo combattere millenni di evoluzione: l’uomo è sempre stato e continua a essere un cacciatore. La preda che viene a gettarsi tutta cotta nel piatto non lo eccita più di così.

E questo è particolarmente valido quando la libido è a mezz’asta. Per risvegliare il desiderio, potrebbe valere la pena di andare via per renderlo difficile da avere. Una donna che è bella e sexy, poi se ne va come per offrirsi a un altro, può quasi svegliare l’istinto del cacciatore con il marito più stanco.

Coloro che sono un po ‘troppo appiccicosi possono ottenere giocando la femme fatale e facendo credere al suo partner che potrebbe avere una competizione.

Attenzione: non giochiamo con un partner naturalmente geloso o insicuro, non aiuterà a migliorare la relazione.

3 Svela ma non troppo
Mostrare tutto, sempre, non è necessariamente il modo migliore per eccitare il desiderio, specialmente se è un po ‘stanco. Evita tutte le modanature e gli stivali con i tacchi, e gioca piuttosto sulla profondità di una scollatura o sulla trasparenza di un abito chiuso al collo. Risveglierà anche l’istinto del cacciatore che preferisce catturare e svestire la sua preda piuttosto che trovarla nuda nel letto.

4 Sexter
Come le cattive missive dei libertini, l’hot texting può essere un buon modo per creare anticipazione e quindi desiderio.

Invia diversi messaggi di testo su “Hai qualcosa in programma stasera?” “Sì, e tu sei invitato”, “Incontra nella stanza alle 22:00”, “Ci saranno olio per massaggi e champagne” ecc.? Per non parlare della piccola foto di carne nuda (non troppo calda comunque se passa un collega quando guarda il suo smartphone).

Ricevendo messaggi come quando ci prepariamo ad entrare nella sala riunioni o annoiati a morte dietro la sua scrivania, si aggiunge un tocco del giorno. E inevitabilmente, ti fa venire voglia! Non ci vuole meno per un uomo per iniziare a proiettare mentalmente un film particolarmente caldo.

5 Gioca da solo
L’uomo è un animale visivo. Per vedere il suo compagno masturbarsi deve logicamente eccitarlo al punto più alto. Se non gli è permesso di toccare, l’effetto stimolante può essere ancora più forte. Questa è forse la più efficace delle 7 azioni per risvegliare il desiderio negli umani.

Per testare: legare le mani nella parte posteriore con una sciarpa e chiedergli di stare tranquillamente nel suo angolo, poi accarezzare il suo corpo prima di masturbarsi davanti a lui.

6 Parlando di culo
L’evocazione verbale può aiutare a mettere le fantasie in movimento. Parlare di sesso è un antipasto eccellente prima di farlo.

Una donna che dice quello che vuole, o dice cosa le piacerebbe fare al suo uomo dà le sue idee. Potrebbe non funzionare subito, ma può farsi strada nella sua testa. Come uno stoppino acceso che lascerebbe molto prima dell’esplosione finale.

7 Osare proibire
Dopo anni di vita in coppia, puoi cadere nella routine. Sapendo come ci piace e come ci divertiamo, finisce per rimuovere la spezia dai giochi d’amore.

Ma se provi qualcosa di totalmente nuovo, puoi resettare i timer e dare una seconda giovinezza.

In caso di perdita del desiderio, perché non provare tutto per il tutto. Ad esempio: audace divertimento prostatico. Un uomo che scopre il godimento prostatico in seguito trova una seconda giovinezza sessuale.

Per praticare la stimolazione della prostata, introdurre l’indice nell’ano fino alla seconda falange e piegare il dito verso la vescica per raggiungere la prostata, grande come un dado. Massaggiare con una miscela di morbidezza e fermezza, alternando la stimolazione manuale del sesso.

Non devi seguire ognuna di queste 7 azioni per risvegliare il desiderio nell’uomo. Da un lato ci vorrà troppo tempo ed energia, d’altra parte potrebbe sentirsi sotto pressione. Prova quelli che sembrano più adatti al tuo partner e lo stato della tua relazione. E non dimenticare di andare a dare un’occhiata agli afrodisiaci più efficaci, può aiutare.

5 azioni per curare l’impotenza in modo naturale

Prima di provare le pillole per il bendaggio, è necessario comprendere le ragioni dell’impotenza e utilizzare le giuste tecniche per combattere la disfunzione erettile. Qui ci sono 5 azioni per curare l’impotenza in modo naturale.

Perché non suono più?
Impotenza o disfunzione erettile è la difficoltà o l’impossibilità di penetrare il suo partner con il suo pene eretto.

Lei può essere

fisiologico
o

psicologico
L’impotenza psicologica è causata da traumi legati al genere, abuso di pornografia o problemi di relazione. Può anche essere causato da uno stato depressivo generale.

L’impotenza fisiologica può essere dovuta a:

Un problema cardiovascolare che colpisce le navi che irrigano il pene e sono responsabili dell’erezione.
Squilibrio ormonale, come una goccia di testosterone o un eccesso di estrogeni (ormoni sessuali)
Chirurgia, come la rimozione della prostata
Diabete o ipertensione
Sapere se l’impotenza è fisica o psicologica è semplice: se hai l’erezione spontanea di notte o quando ti svegli, allora soffri di impotenza psicologica. Leggi questo articolo per sbarazzartene.

Trattare l’impotenza senza una pillola
Per curare l’impotenza di origine fisica, è inutile correre sulle pillole per piegarsi prima di tentare qualsiasi cosa.

Secondo uno studio australiano pubblicato nel 2014, gli uomini che soffrono di disfunzione erettile sono in grado di superare questo problema senza passare attraverso il farmaco, ma piuttosto cambiando le loro abitudini e il loro stile di vita.

Secondo lo studio degli uomini di età compresa tra 30 e 80 anni: “La disfunzione erettile nell’uomo anziano è una malattia dinamica la cui incidenza e remissione sono prevedibili in base a una serie di fattori. rischio modificabile “.

In breve, possiamo trovare erezioni soddisfacenti cambiando determinate abitudini.

Combattere i rischi di diabete e ipertensione è riconosciuto come un ottimo modo per prevenire l’impotenza.

Qui ci sono 5 azioni per curare l’impotenza in modo naturale. Queste sono le migliori strategie per mettere il tuo corpo e in particolare la tua sfera cardiovascolare e gli ormoni sessuali maschili in ottima forma.

Smetti di fumare
Il tabacco ha un impatto negativo sui vasi sanguigni che può portare a disfunzione erettile o peggiorare un problema esistente.

Secondo uno studio cinese, oltre il 22% dei casi di disfunzione erettile in Cina è dovuto al fumo.

D’altra parte, il fumo ha anche un impatto negativo sulla produzione di ossido nitrico, il gas sanguigno che svolge un ruolo cruciale come neuromediatore segnalando la necessità di inviare sangue al pene in caso di eccitazione sessuale.

Se provi a smettere, puoi usare la sigaretta elettronica, ma fai attenzione! Riduci gradualmente le dosi di nicotina fino a quando ne puoi fare a meno.

Anche quando non è bruciata come una sigaretta convenzionale, la nicotina ha un effetto deleterio sulle arterie. In effetti, è provato che la sola nicotina crea un fenomeno di infiammazione dei tessuti che può danneggiare in modo particolare i vasi sanguigni.

dimagrante
Il sovrappeso, in particolare il grasso addominale, ha un doppio effetto negativo sull’erezione.

Prima di tutto è un fattore aggravante delle malattie cardiovascolari e può quindi mettere in pericolo la qualità delle erezioni.

Ma soprattutto, il grasso corporeo in eccesso produce estrogeni, ormoni sessuali femminili che sostituiscono il testosterone e hanno un’azione “devilizzante”. Risultato: diminuzione della libido e disfunzione erettile più o meno importante.

Secondo uno studio pubblicato nel 2012, tra gli uomini in sovrappeso con pre-diabete, la perdita di peso ha permesso a metà dei partecipanti di riguadagnare i normali livelli di testosterone.

Fare sport
E per perdere peso, nessuna alternativa: mangiare di meno, meglio e fare sport. Questo è positivo perché l’attività fisica è anche riconosciuta scientificamente come un ottimo modo per migliorare la funzione sessuale negli uomini, non solo perché ti permette di perdere grasso.

Secondo uno studio che ha analizzato l’attività fisica e la qualità della vita sessuale di 300 uomini nel 2015, c’è un tasso di attività settimanale che promuove una migliore qualità delle erezioni e della sessualità in generale. (5)

Questa quantità di attività ideale corrisponde ogni settimana a:

2 ore di attività ad alta intensità (corsa, nuoto)
o

3,5 ore di esercizio a media intensità
o

6 ore di esercizio a intensità moderata (camminare, camminare)
Dormire
Tra i peggiori nemici del testosterone ce n’è uno che è poco conosciuto ma che è comunque devastante: mancanza di sonno.

Dormire regolarmente meno di otto ore a notte attacca l’ormone della virilità in tutti gli uomini anche i più giovani, a priori in possesso di tutti i loro mezzi.

Ad esempio, uno studio americano ha dimostrato gli effetti di una settimana di restrizione del sonno su studenti sani di 25 anni. I risultati sono sorprendenti: una settimana di privazione del sonno ha avuto lo stesso effetto sui livelli di testosterone di questi giovani adulti come se avessero avuto 10 o 15 anni. (6)

Infatti, il livello di testosterone diminuisce naturalmente dell’1% all’anno da 20 anni. Hanno perso dal 10 al 15% del loro testosterone sierico in meno di otto giorni, dormendo solo 5 ore a notte.

Dormire otto ore a notte è una delle più semplici e forse una delle più efficaci delle 5 azioni per curare l’impotenza in modo naturale.

Ridurre l’alcol
Un altro nemico del testosterone spesso sottostimato: consumo eccessivo di alcol. L’alcol promuove la trasformazione del testosterone in estrogeni.

Di tutte le droghe, sembra che l’alcol sia quello che ha più influenza sull’erezione. Come prova, i ricercatori spagnoli che hanno studiato l’impatto delle droghe sulla sessualità con ex tossicodipendenti di diverse sostanze hanno scoperto che l’alcol era la sostanza che ha avuto il maggiore impatto sulla capacità di reagire allo stimolo sessuale, vale a dire erezione. È anche, insieme all’eroina e alla cocaina, uno dei farmaci che complica maggiormente l’orgasmo.

In breve
A priori tutti questi suggerimenti sembrano di buon senso, ma si potrebbe pensare che siano un po ‘leggeri.

Tuttavia, ponendo la domanda, potresti capire che un deficit cronico del sonno, abusi regolari di alcol, fumo o sovrappeso sono potenzialmente la causa dei tuoi problemi di erezione. E se accumuli, non cercare oltre e inizia cambiando le cose e prova una di queste 5 azioni per curare l’impotenza in modo naturale, prima di andare a chiedere una prescrizione di pillole per l’erezione al tuo medico.

7 piante per trattare l’impotenza maschile

È possibile trattare la disfunzione erettile con la medicina naturale. Qui ci sono 7 piante per trattare l’impotenza maschile che abbiamo selezionato per i loro benefici per la salute sessuale, ma anche per la salute generale.

In che modo le piante trattano l’impotenza maschile?
Diversi fattori individuali o associati possono essere responsabili della disfunzione erettile. In particolare:

Scarsa circolazione sanguigna
Eliminare il testosterone
stress
Le piante sono fortunatamente grandi risorse per migliorare la fluidità del sangue e promuovere la flessibilità e la buona salute delle arterie. Sono anche utili per ripristinare i livelli di testosterone e combattere lo stress fisico e psicologico.

Alcuni addirittura accumulano tutti questi benefici. Ecco le 7 piante per trattare l’impotenza maschile per testare senza esitazione in caso di guasti regolari.

1- Eurycoma longifolia
È anche chiamato tonkat ali o ginseng dalla Malesia. I suoi effetti afrodisiaci sono abbastanza ben documentati negli animali, ed è provato che questa pianta aumenta la produzione di spermatozoi, ma agisce direttamente come un aiuto di erezione (1).

Infatti uno dei suoi ingredienti attivi ha la capacità di aumentare sia la durata dei rapporti sessuali (respinge l’eiaculazione) sia di migliorare la qualità delle erezioni.

Dosaggio: Di solito viene preso come un estratto 100: 1 e la quantità raccomandata sembra essere da 200 a 300 mg che corrisponde a 20-30 g di pianta essiccata.

2 – Ginkgo biloba
È il re della circolazione del sangue in TCM (medicina tradizionale cinese). Infatti, i medici occidentali lo prescrivono per tutti i tipi di disturbi venosi (vene varicose, emorroidi).

In generale, è stato dimostrato che il ginkgo biloba riduce l’aggregazione piastrinica, che favorisce, tra le altre cose, la placca ateromatosa. (2) È anche un potente antiossidante, che promuove la salute cardiovascolare.

Ancora meglio: il Ginkgo biloba promuove la produzione di ossido nitrico, un gas ematico essenziale per il rilassamento dei muscoli lisci che circondano le arterie. L’ossido nitrico è semplicemente il gas neurotrasmettitore dell’erezione.

E quindi in termini di benessere psichico essenziale per l’erezione, il ginkgo biloba non viene lasciato indietro poiché è provato che stimola la presenza di dopamina in certe aree del cervello in risposta alla stimolazione erotica. (3) In breve, aumenta il desiderio al momento giusto.

Dosaggio: Come negli studi clinici è possibile assumere da 120 a 240 mg al giorno di estratto standardizzato contenente flavonoidi al 24% e glicole glicolici e bilobalidi al 6%. Fai una cura di diversi mesi con pause di una settimana ogni 3 settimane. La cura del ginkgo dovrebbe durare diversi mesi per essere efficace, ma è meglio fare una pausa di una settimana ogni 3 settimane.

3 – curcuma
Questo rizoma produce una polvere gialla molto usata nella cucina indiana e particolarmente apprezzata dai dilettanti di medicina naturale.

Va detto che il suo principio attivo, la curcumina, è uno dei migliori antinfiammatori naturali, efficace come l’ibuprofene per il trattamento dell’osteoartrosi del ginocchio (4).

È anche un potente antiossidante, che spiega il suo effetto protettivo sulla sfera cardiovascolare. È quindi logicamente una pianta utile per curare l’impotenza maschile.

Infatti, in uno studio di 4 settimane, 80 mg di curcumina (400 mg di radice di curcuma) sono stati consumati dagli uomini su base giornaliera per 4 settimane. Di conseguenza, un aumento del 40% del loro livello di ossido nitrico nel sangue (5).

Sapendo che la produzione locale di ossido nitrico è essenziale per l’erezione, consumare la curcuma è la spinta più salutare

Dosaggio: 80 mg di curcumina come integratore alimentare biodisponibile o 4 g di curcuma accompagnata da olio e pepe o pepe per aumentarne la biodisponibilità.

4 – Aglio
Questa erba è popolare tra gli amanti del cibo mediterraneo ed è un ottimo tonico per la circolazione del sangue, oltre a contribuire a combattere le infezioni. Infatti, i suoi principi attivi, tra cui l’allicina, hanno la particolarità di combattere l’aterosclerosi riducendo l’ossidazione del colesterolo all’origine della placca ateromatosa.

È anche dimostrato che promuove il degrado di questa placca e riduce i depositi di calcare nelle arterie (6).

Dosaggio: 1 cialda al giorno almeno. Coloro che non tollerano il gusto (o il respiro) possono consumarlo come integratori.

5 – Tribulus terrestris
La radice del tribullus terrestris è stata usata nella medicina ayurvedica in India per secoli per migliorare la libido, la fertilità e l’erezione. La scienza moderna convalida questi vari usi e viene anche chiamata Viagra vegetale.

Infatti, in uno studio del 2012, la radice di tribulus consumata per 60 giorni da uomini con infertilità ha migliorato sia l’erezione che la frequenza dei rapporti, riducendo l’affaticamento. (7)

Secondo lo stesso studio, sembra che Tribulus abbia anche la proprietà di ritardare l’eiaculazione e migliorare la qualità dell’orgasmo.

Dosaggio: la dose efficace per migliorare la libido dovrebbe essere da 200 a 450 mg di estratto di saponina al 60%, equivalente a 6 g di radice essiccata.

6 – Ginseng
Il Ginseng ha la reputazione di una vera panacea: antiossidante, neuroprotettivo, antidepressivo, anti-fatica, anti-cancro, anabolizzante e adattogeno.

Contro l’impotenza viene scelto per le sue proprietà antistress (adattogeni) ma anche perché ha un impatto diretto sulla funzione erettile. Questo è quanto ha dimostrato uno studio coreano: assumere 2 g di panax di ginseng al giorno migliora la funzione erettile e la soddisfazione sessuale negli uomini che soffrono di impotenza. (8)

In termini di facilitazione del passaggio del sangue nel corpo cavernoso del pene, il ginseng può anche reclamare il suo effetto positivo in termini di salute arteriosa. È stato anche dimostrato di migliorare il flusso sanguigno negli uomini che hanno avuto un attacco di cuore. (9)

Dosaggio: da 2 a 3 g al giorno sembrano efficaci. È meglio rendere le cure un mese rinnovabili ma intervallate da pause.

7 – Maca
La Maca è un tubero della famiglia dei broccoli che cresce nelle Ande. Utilizzato dalle popolazioni locali per secoli per le sue proprietà adattogene e afrodisiache, è stato anche scientificamente provato.

Anti-fatica, aiuta a combattere lo stress cronico e può essere questo aspetto adattogeno che lo spiega. La Maca aumenta significativamente la qualità delle erezioni negli uomini con disfunzione erettile moderata. (10)

Ha anche un effetto potente nelle donne che soffrono di bassa libido psicologica quindi non esitate a consumarne due.

Dosaggio: da 1,5 a 3 g al giorno può essere consumato, sotto forma di polvere di maca organica originale verificata da aggiungere a frullati o yogurt.