9 modi per abbassare i livelli di estrogeni negli uomini

Ti rifiuti di lasciarsi travolgere da un eccesso di ormoni femminili. Vuoi mantenere intatta tutta la tua virilità? Qui ci sono 9 modi per abbassare i livelli di estrogeni negli uomini.

Estrogeni nell’uomo?
Gli estrogeni a priori non sono un veleno violento di cui dovremmo sbarazzarci ad ogni costo.

Questi sono ormoni sessuali femminili (estradiolo, estrone, estriolo), naturalmente presenti in piccole quantità nel sangue degli uomini. Sono secreti dalle ghiandole surrenali, dai testicoli e dal grasso corporeo.

Infatti negli umani gli estrogeni vengono prodotti principalmente a seguito di una conversione del testosterone da parte di un enzima: l’aromatasi.

Quando i livelli di estrogeni rimangono nelle unghie, tutto va bene.

Ma gli uomini che hanno livelli troppo alti di estrogeni sono soggetti a molti rischi per la salute:

I pericoli di troppi estrogeni
L’allattamento al seno, la perdita di massa muscolare e la perdita di libido sono gli inconvenienti più rapidamente notati. Ma i rischi a lungo termine sono ancora più gravi:

cancro:
Secondo uno studio del 2015, gli uomini che hanno alti livelli di estrogeni hanno il 50% in più di probabilità di avere un cancro al seno rispetto agli uomini che hanno bassi livelli di estrogeni. (1) Il cancro alla prostata è anche sensibile alla presenza di interferenti endocrini che mimano gli effetti degli estrogeni.

l’obesità:
Secondo uno studio pubblicato sulla rivista PLOS nel 2014, uno squilibrio ormonale a favore degli estrogeni potrebbe essere all’origine dell’epidemia di obesità che colpisce gli uomini occidentali (2).

E questo squilibrio è probabilmente dovuto all’esposizione anormale agli estrogeni e agli interferenti endocrini chimici che imitano gli effetti.

l’infertilità:
Uno squilibrio di testosterone / estrogeno probabilmente dovuto all’accumulo di interferenti endocrini nel nostro ambiente sarebbe all’origine dell’epidemia di infertilità che colpisce gli uomini dei paesi sviluppati. Questa è in ogni caso la conclusione di questi stessi ricercatori (2)

Per evitare questo, ecco i 9 modi per abbassare i livelli di estrogeni negli uomini

1 Zappa la plastica
Ftalati e bisfenolo A o BPA sono due interferenti endocrini che imitano gli effetti degli estrogeni nel corpo.

Il BPA che viene eliminato gradualmente dagli articoli per bambini può finire in contenitori di plastica scadenti.

Gli ftalati si trovano in PVC o polivinilcloruro, una sostanza plastica flessibile ancora ampiamente utilizzata.

Rifiutare i prodotti alimentari confezionati in plastica abbasserebbe logicamente i livelli di estrogeni negli esseri umani.

2 Limitare i cibi in scatola
Le resine trovate nelle lattine possono contenere anche il bisfenolo A.

Il consumo giornaliero di cibi in scatola aumenta quindi il rischio di accumulo nel corpo del bisfenolo A e quindi favorisce la devirilizzazione.

3 Consuma la soia con moderazione
La soia contiene gli isoflavoni, i più noti fitoestrogeni, che sono naturali perturbatori endocrini, derivati ​​dalle piante.

Gli alimenti a base di soia più comuni sono:

tofu
Latte di soia
Tortini di verdure
tempeh
Fagioli di soia (edamame)

Detto questo, uno studio giapponese ha dimostrato che erano gli uomini a non mangiare mai soia, ma anche quelli che lo mangiavano ogni giorno e che rischiavano di morire prematuramente.

Coloro che mangiavano soia 1 o 2 volte a settimana avevano la migliore salute. (3) Fare tutto questo non sarebbe una buona idea.

4 Ridurre l’alcol
Meno bere abbasserebbe i suoi livelli di estrogeni negli esseri umani. L’alcol ha in effetti un triplice effetto pro-estrogenico:

Prima chiede molto al fegato e gli impedisce di svolgere correttamente il suo lavoro. Uno dei ruoli del fegato è quello di eliminare l’eccesso di estrogeni nel corpo. Risultato gli estrogeni rimangono mentre avrebbero dovuto essere eliminati.
Un’altra preoccupazione: l’alcol stimola l’attività dell’aromatasi e quindi la trasformazione del testosterone in estrogeno. (4)
Infine, la birra è un alcol da evitare soprattutto perché il luppolo è un fitoestrogeno.
L’unico alcol che può aiutare a combattere gli estrogeni è il vino rosso, i cui antiossidanti (resveratrolo) hanno una certa attività anti-aromatasi. Ma con moderazione lo stesso.

5 Perdere peso
Se l’estrogeno è a volte responsabile di un eccessivo aumento di peso negli esseri umani, il contrario è altrettanto vero.

Infatti, più grasso corporeo hai, più aromatasi produci, l’enzima responsabile della conversione del tuo testosterone in estrogeno.

Perdere peso è quindi una misura necessaria, e forse anche il primo passo da compiere se si ha troppo estrogeno.

Se pratichi sport oltre a una dieta a basso contenuto calorico, aumenterai il riequilibrio di estrogeni e testosterone.

6 Limita il pesce
Alcuni pesci sono particolarmente contaminati da metalli pesanti, in particolare mercurio e piombo, noti come interferenti endocrini.

A Hong Kong è stato segnalato un forte calo della fertilità tra gli uomini che mangiano pesce più di quattro volte alla settimana.

I pesci possono anche essere contaminati da PCB, un altro interferente endocrino. Questo è particolarmente il caso delle sardine dell’Atlantico

I pesci più pesantemente contaminati sono i carnivori pesanti: lupo, tonno, squalo, pesce spada. Tra i meno contaminati ci sono il merluzzo e l’acciuga.

7 Evitare i pesticidi
Alcuni pesticidi sono degli interferenti endocrini che imitano il comportamento degli estrogeni nel corpo.

Poiché è difficile sapere quale pesticida sono stati trattati con l’acquisto di frutta e verdura, c’è solo una soluzione. Mangia solo frutta e verdura biologica per evitare residui di pesticidi sui cibi tradizionali.

E se hai un giardino o se sei un contadino, sii consapevole del rischio che correrai usando pesticidi.

8 Bere succo di melograno
Il melograno è un frutto particolarmente benefico per la salute dell’uomo. Infatti, l’acido ellagico che contiene la sua pelle ha proprietà anti-aromatasi.

Uno studio sugli effetti di questo composto sul cancro al seno ormono-dipendente ha convinto i ricercatori al punto che raccomandano di mangiare più melograno per prevenire lo sviluppo di diversi tumori, non solo il cancro al seno. (5)

Come è nella pelle del melograno che si trova l’acido ellagico, esso deve consumare succo di melograno premuto con la sua pelle. È buio e abbastanza amaro da gustare. Ci sono anche integratori alimentari di acido ellagico contenenti pelle di melograno.

9 Consuma cibi anti-aromatasi
Il melograno è un potente anti-aromatasi, ma ci sono altri alimenti da integrare nella vostra dieta con un certo effetto anti-aromatasi:

Alimenti ricchi di vitamina C: agrumi
Crucifero crudo (cavolo bianco, cavolo rosso, cavolfiore) o appena cotto (broccoli)
Uve rosse o vino rosso, ricco di resveratrolo anti aromatasi
Bacche rosse (lamponi, more, fragole)
Ravanello nero, dente di leone, rosmarino: aiutano il fegato a fare il suo lavoro eliminando gli estrogeni in eccesso.

C'è un nuovo trattamento naturale al 100% e garantito al 100% che sta aiutando migliaia di persone in tutto il mondo a curare la loro disfunzione erettile, clicca qui e guarda il video

Perdere peso aumenta il testosterone?

Il sovrappeso è responsabile della carenza di testosterone? Perdere peso aumenta il testosterone, o il testosterone ti fa dimagrire? Lo saprai leggendo questo:

Testosterone a mezz’asta?
Stanco, ammorbidito, immotivato, senti la tua forza fisica indebolirsi a poco a poco.

Le tue notti sono calme e non hai sogni erotici o spettacoli notturni.

La tua libido è piatta e il tuo partner, nel migliore dei casi, si lamenta per questo, nel peggiore dei casi ride.

Se ti riconosci in questo tavolo è probabile che tu soffra di un calo di testosterone.

Il testosterone è l’ormone sessuale maschile. È lei che è all’origine dello sviluppo delle caratteristiche sessuali secondarie nel giovane: voce profonda, mascelle quadrate, pelosità, sviluppo della muscolatura.

Troppo testosterone è anche la causa di comportamenti a rischio, la pratica di sport estremi e, naturalmente, la necessità di fare l’amore il più spesso possibile.

Quando preoccuparsi?
Ma se il testosterone generalmente scorre liberamente nei giovani uomini, i suoi tassi cominciano a ridursi gradualmente oltre i 25 anni.

È normale e senza conseguenze fino al giorno … I livelli di testosterone collassano in modo anomalo. Questo è dove devi preoccuparti.

Ci possono essere diverse cause per questo collasso dell’ormone sessuale maschile, ma è una causa specifica che ci interessa oggi, e che potrebbe riguardarti se sei rivestito.

Gli uomini in sovrappeso hanno statisticamente più probabilità di avere bassi livelli di testosterone. Ed è valido anche per i giovanissimi, come dimostrato da uno studio del 2013 (1).

L’ingrasso riduce i livelli di testosterone
Sì, essere sovrappeso può essere responsabile per l’abbassamento del testosterone. Il meccanismo è abbastanza semplice:

Il grasso corporeo produce un enzima, l’aromatasi. Il suo ruolo è quello di catturare un po ‘del testosterone libero per trasformarlo in estradioli, gli ormoni sessuali femminili. Questo fenomeno è chiamato aromatizzazione

È un processo naturale e normale: gli uomini hanno anche bisogno di estrogeni.

Ma gli uomini sani non dovrebbero avere grasso corporeo in eccesso, ed è qui che può sorgere il problema in caso di sovrappeso:

Il grasso corporeo in eccesso produce un eccesso di aromatasi e cattura troppo testosterone libero. Risultato: una certa femminilizzazione dell’uomo in sovrappeso. L’escrescenza del seno è l’espressione più evidente.

I chili di età, il peggiore per il testosterone
L’età è il fattore più comune di questo aumento di peso demivibrante. Infatti, negli esseri umani, l’età causa una cascata di cambiamenti fisiologici e biochimici che influenzano il sistema endocrino, quello che produce gli ormoni.

Con l’età c’è anche un aumento del grasso corporeo e una diminuzione della massa muscolare.

Questo aumento del tessuto adiposo provoca un aumento di aromatasi che converte il testosterone in estradiolo.

E questo porta ad una diminuzione del testosterone libero. Che a sua volta promuove l’accumulo di grasso viscerale. Un vero circolo vizioso!

Se ingrassare riduce i livelli di testosterone, è vero il contrario?

La perdita di peso aumenta il testosterone?
Secondo uno studio pubblicato nel 2012, “la perdita di peso potrebbe ridurre la prevalenza della carenza di testosterone del 50% negli uomini anziani, in sovrappeso e pre-diabetici”. (2)

Chiaramente: sì, perdere peso potrebbe aiutare a ripristinare i normali livelli di testosterone negli uomini in sovrappeso.

Secondo i ricercatori che hanno lavorato con più di 900 uomini per raggiungere questa conclusione, sarebbe addirittura essenziale passare attraverso una perdita di peso prima di considerare qualsiasi supplementazione di testosterone.

In effetti, gli scienziati hanno fatto questa scoperta per caso, mentre cercavano di conoscere l’impatto di un cambiamento di stile di vita sui pazienti pre-diabetici. E analizzando i loro livelli di testosterone nel sangue, hanno visto che coloro che avevano perso peso avevano visto salire i loro livelli di testosterone.

Non è necessario essere diabetici per trovare livelli di testosterone soddisfacenti perdendo grasso corporeo. Basta essere in sovrappeso e avere livelli di testosterone libero anormalmente bassi. Segui questo link per sapere come valutare il tuo livello di testosterone.

Lo sport per perdere peso e aumentare il testosterone
Sembra che l’impatto dello sport intensivo sul testosterone sia duplice: lo sport consente la perdita di grasso negli uomini in sovrappeso e allo stesso tempo aumenta i livelli di testosterone.

In ogni caso, questa è la conclusione del dott. Hiroshi Kugamai. Ha condotto uno studio sull’impatto dello sport aerobico sul testosterone negli uomini in sovrappeso o obesi.

Secondo i suoi risultati, l’esercizio non ha alcun impatto sugli uomini testosterone il cui peso è normale. Al contrario, l’esercizio di tipo aerobico ha un impatto positivo sul testosterone degli uomini in sovrappeso.

Ciò che è interessante è che il ricercatore ha scoperto che questo impatto positivo dello sport sul testosterone esiste, anche indipendentemente dalla perdita di grasso.

Ma solo se sei sovrappeso
Attenzione, perdere peso aumenta il testosterone negli uomini che hanno eccesso di grasso corporeo, sì, ma non in altri.

Gli uomini che hanno già un indice di massa corporea basso non dovrebbero perdere troppo grasso a causa del calo del testosterone.

L’ideale sarebbe tra 8 e 14% di grasso corporeo. Sotto il sistema endocrino responsabile della produzione di ormoni potrebbe essere sotto-regime. Di conseguenza, il problema di abbassare i livelli di testosterone potrebbe sorgere di nuovo.

 

Quante volte un uomo può fare l’amore una settimana?

Il sesso fa bene alla salute! Tutti te lo diranno. Tranne quando lo si abusa. Quante volte un uomo può fare l’amore una settimana? Qual è la frequenza ideale? E c’è un momento in cui può diventare un problema? Le risposte qui:

Capacità fisiche che variano
Gli uomini non sono tutti uguali prima della sessualità. Può un uomo di 70 anni fare l’amore tutte le volte che un giovane di 18 anni? No, purtroppo.

In effetti, il periodo di attesa obbligatorio tra due rapporti sessuali varia molto a seconda dell’età.

Questo periodo di attesa, chiamato fase refrattaria, è il tempo che intercorre tra l’eiaculazione e la capacità di avere una nuova erezione.

La fase refrattaria dura da 2 a 15 minuti nel giovane uomo, mentre può durare da 1 a 2 ore a 40 anni e andare fino a 24 ore dopo 70 anni.

A parte la domanda sul desiderio (e l’esistenza) di un potenziale partner, un uomo sopra i 70 anni deve quindi considerarsi estremamente fortunato se fa l’amore 7 volte a settimana.

Per quanto riguarda il giovane, la sua capacità di fare l’amore è in teoria virtualmente illimitata.

Logicamente concluderemo che dal punto di vista del periodo refrattario, si può tecnicamente essere in uno stato per fare l’amore:

70 volte a settimana circa 20 anni
7 volte massimo a settimana da 70 anni
Avvertiremo ancora coloro che vogliono provare il disco: oltre 3-5 volte al giorno diventa difficile eiaculare, e rischiamo l’irritazione del glande.

Ma non saremo molto avanzati sapendo questo.

Quanto sesso? I numeri reali
Il famoso Kinsey Institute dedicato alla ricerca su genere, riproduzione e sesso, ha pubblicato uno studio che dà un’idea della frequenza media delle relazioni sessuali per gruppo di età.

18 – 29 anni: faremo l’amore due volte alla settimana in media
30 – 39 anni: è 1,6 volte a settimana
40 – 49 anni: andiamo a solo una volta alla settimana
E con l’età non funziona.

Ma queste cifre non ci dicono nulla sulla durata e la qualità di questi rapporti sessuali, per non parlare della soddisfazione dei partner l’uno con l’altro.

La frequenza ideale?
Diversi studi hanno esaminato la questione del numero di rapporti sessuali ottimali per la soddisfazione all’interno della coppia. Quante volte un uomo può fare l’amore ogni settimana per soddisfare il suo partner?

Al di là dei primi mesi di passione che vedono le coppie moltiplicare i rapporti nello stesso giorno, secondo alcuni di questi studi, l’ideale sarebbe fare l’amore 3-4 volte a settimana.

Ma un altro studio anche sullo sviluppo della coppia contraddice queste cifre. Nel 2015 i ricercatori della rivista Social Psychological and Personality Science hanno analizzato i questionari inviati a 30.000 coppie americane per 40 anni.

Di conseguenza, le coppie più appaganti sono quelle che fanno l’amore una volta alla settimana. Oltre a ciò, il livello di adempimento tende a diminuire.

Quindi alla domanda “quante volte l’uomo può fare l’amore una settimana?”, Risponderemo “tante volte quanto è necessario per soddisfare i suoi desideri e quelli del suo (o suo) partner”.

A meno che l’uomo non abbia molto più desiderio che possibilità, il che può essere un problema.

Dall’iper-sessualità alla dipendenza
Non è perché abbiamo la capacità di fare l’amore ogni venti minuti che incateneremo il coito. Come sappiamo, il desiderio e la necessità di fare l’amore variano enormemente secondo gli individui.

Alcuni uomini sono molto contenti del sesso settimanale.
Alcune persone hanno un forte appetito sessuale e devono fare l’amore ogni notte per sentirsi bene.
Altri hanno bisogno di fare l’amore anche più spesso, in qualsiasi momento del giorno o della notte, anche al lavoro. Si può parlare di donjuanismo e si dice che molte figure storiche abbiano avuto bisogni così insaziabili.

Detto questo, lungi dall’essere ammirato con ammirazione, l’iper-sessualità è spesso vicina alla dipendenza dal sesso.

Assuefatto al sesso?
In quest’area, il confine tra normalità e patologia è piuttosto vago.

Qual è il riconoscimento di un comportamento sessuale eccessivo? Quando ciò ha conseguenze negative sulla nostra vita personale, sociale e professionale.

Quindi, secondo gli psichiatri americani che hanno convalidato il disturbo – come una nuova patologia mentale ci sono diversi criteri precisi:

Fantasie sessuali ricorrenti
Comportamenti sessuali istintuali che sono durati per almeno sei mesi
Il bisogno di sesso appare come un modo per affrontare il cattivo umore, la depressione o lo stress eccessivo
L’individuo non può limitare o interrompere le sue attività sessuali anche se gli sembrano problematiche
In questi casi si può parlare di disordine iper-sessuale o dipendenza dal sesso.

La quantità non è tutto
Da questi diversi studi si può concludere che mentre la frequenza dei rapporti sessuali è spesso correlata all’età, la frequenza non è l’unica variabile che può portare alla conclusione di una dipendenza.

Quante volte un uomo può fare l’amore ogni settimana senza essere scambiato per un tossicodipendente?

Infatti, un uomo in una relazione recente con un partner ad alta richiesta può avere del tutto del sesso senza un problema psicologico.

Mentre un altro può fare sesso 5 volte a settimana con le prostitute e soffrire di una dipendenza da sesso.

Quello che possiamo ricordare è che il numero di rapporti sessuali che avrai in una settimana

non promette nulla di buono per una possibile dipendenza sessuale
non promette nulla di buono per la tua capacità di essere un buon amante
ma

può dare una buona indicazione del tuo stato di forma fisica e della tua età.

Aspirina e coca, un effetto del Viagra?

Se senti delle voci, bere un bicchiere di coca in cui hai sciolto un’aspirina avrebbe avuto un irresistibile effetto afrodisiaco per uomini e donne. Quindi aspirina e coca, un effetto Viagra? Questo cocktail è davvero così esplosivo? Mito o realtà, lo saprai presto

Aspirina e coca, una vecchia storia
È una storia che hai sentito da quando eri adolescente: mescolare aspirina e coca darebbe impulsi sessuali violenti a ragazze e ragazzi. Tranne che altri ti hanno anche avvertito: attenzione, fa impazzire!

O hai sentito che ti mette in un secondo stato e puoi fare qualsiasi cosa. Quel che è certo è che schiuma. Ma non sarebbe un po ‘di pschitt? Un breve tour degli elementi in presenza:

Gli effetti dell’aspirina
L’aspirina o acido acetilsalicilico è un principio attivo con proprietà multiple:

Anti dolore, anti febbre, anti infiammatorio, anti aggregante piastrinica.
Originariamente, questa sostanza attiva è stata trovata nella corteccia del salice, utilizzata per le sue proprietà anti dolore e anti febbre sin dall’antichità.

Ma non è stato fino alla metà del diciannovesimo secolo che l’acido acetilsalicilico è stato sintetizzato e immesso sul mercato.

L’aspirina è principalmente usata per trattare il dolore e la febbre bassa.

Nei soggetti a rischio, viene anche usato come prevenzione della recidiva di attacco o infarto perché riduce l’aggregazione piastrinica nei vasi sanguigni. (1)

Gli effetti della coca
La coca contiene pochi principi attivi. I due principali sono:

zucchero
caffeina
L’effetto immediato dello zucchero in un bicchiere di coca è aumentare la glicemia e la produzione di insulina. Porta anche energia immediata ai muscoli e al cervello, utile in caso di intenso sforzo.

La caffeina è un principio attivo naturale con effetti psicostimolanti.

Si trova in molte piante: tè, caffè, cioccolato, compagno …

Può anche essere sintetizzato artificialmente.

La caffeina aumenta la resistenza nell’esercizio cardiovascolare (1) e aumenta la forza muscolare.

Soprattutto, la caffeina ha un effetto anti-fatica: aumenta la capacità di stare sveglio e prontezza.

Alcune proprietà della caffeina non persistono nel tempo con il consumo regolare. L’effetto dipendenza della caffeina riduce notevolmente il suo impatto sul corpo dopo tre settimane di consumo giornaliero.

Tuttavia, in soggetti non allenati, i ricercatori hanno trovato i seguenti effetti per una dose di caffeina corrispondente a una tazza di caffè (3):

Aumento della pressione sanguigna
Risveglio, persino eccitazione
Sensazione di volo a vela
Buon morale
È la presenza di caffeina nella coca che giustificherebbe l’azione “simile al Viagra” quando l’aspirina e la coca sono mescolate. Ma cos’è veramente?

Un farmaco da banco
Partendo dal principio che si trova in questo cocktail i 3 elementi precedentemente menzionati: zucchero, caffeina e aspirina, è difficile concludere con un effetto potenziale il Viagra.

Come prova, una specialità farmaceutica è quella da banco che contiene quasi gli stessi ingredienti e non è specificatamente prescritta o utilizzata per i guasti sessuali: è l’aspirina che contiene caffeina.

Nella caffeina Aspro, questo farmaco da banco per il dolore lenitivo e la febbre è:

500 mg di acido acetilsalicilico
50 mg di caffeina
In 25 cl di coca ci sono 25 mg di caffeina.

Producendo il suo cocktail di cocaina di aspirina, otteniamo a malapena metà della caffeina rispetto alla specialità medicinale, per la stessa quantità di aspirina.

E non importa quanto, nessuna elevazione del desiderio sessuale o della qualità delle erezioni negli effetti collaterali della caffeina Aspro.

Gli effetti avversi riportati sono i seguenti:

Mal di stomaco, emorragia, tinnito, allergia (orticaria, edema), palpitazioni, eccitazione, insonnia.

Aspirina e coca, un cocktail che rende Pschitt?
Niente di molto afrodisiaco saremo d’accordo.

Possiamo quindi concludere che mescolare aspirina e coca non creerà il tanto decantato afrodisiaco in tutti i siti, e che si tratta in effetti di una leggenda metropolitana.

Ricordiamo a coloro che vogliono ancora verificare se l’aspirina e la coca hanno un effetto Viagra che l’aspirina non è una droga banale e ha controindicazioni:

Allergia ai FANS e all’aspirina, ulcera, insufficienza renale, epatica o grave, asma, gotta, IUD (nelle donne), gravidanza (assolutamente vietata).

Come aumentare il desiderio di sua moglie?

Il desiderio femminile è complesso: a volte potente, a volte fragile, obbedisce a diverse regole del desiderio maschile. Ne parliamo meno del desiderio maschile, ma è possibile riavviarlo quando fallisce. Ecco come aumentare il desiderio di sua moglie.

Desiderio vs. eccitazione
Devi distinguere tra eccitazione sessuale e desiderio o libido. Quando tutto va bene i due elementi non sono realmente dissociabili, ma quando c’è un problema questa simbiosi non è più così ovvia.

La libido è l’interesse per le cose del sesso in generale. Possiamo parlare di appetito o desiderio sessuale.
L’eccitazione è la risposta fisiologica alla stimolazione e al desiderio sessuale: la capacità dei tessuti della vagina di ingoiarsi di sangue e di lubrificare per fare sesso.
In alcuni casi questa risposta fisiologica al desiderio è insoddisfacente. Questo è spesso il caso per ragioni ormonali durante la menopausa.

La lubrificazione della vagina non viene più fornita correttamente e le segnalazioni, anche se desiderate, possono causare dolore.

Ci sono modi per regolare questi disturbi dell’eccitazione (creme, gel, trattamento ormonale).

Il desiderio, d’altra parte, è più fragile e più sottile di stimolare che l’eccitazione.

Femmina, maschio, 2 libido distinte
Soprattutto, bisogna sapere che il desiderio femminile è molto diverso dal desiderio maschile. Secondo uno studio citato dall’AFU, il 30% delle donne ha pensieri sessuali nel giorno contro il 60% degli uomini. (1)

Sempre secondo l’Associazione Francese di Urologia, “C’è un piccolo desiderio sessuale femminile spontaneo e questo desiderio femminile non è, in generale, sufficiente per iniziare un’attività sessuale, mentre è nell’uomo ; molti altri stimoli sono non sessuali (qualità della relazione …). ”

Un altro studio ha rilevato che il 32% delle donne che hanno rapporti a lungo termine non ha desiderio sessuale quando inizia un’attività sessuale. Contrariamente al desiderio maschile, il desiderio femminile richiede quindi di essere sollecitato regolarmente a soffrire di addormentarsi.

Per questo motivo, i disturbi del desiderio delle donne rimangono molto complessi da identificare e trattare.

Qui ci sono le ragioni più comuni per il declino della libido femminile e come aumentare il desiderio di sua moglie.

Maternità e desiderio
Il desiderio può anche essere la vittima degli sconvolgimenti ormonali che il corpo di una donna sperimenta durante la sua vita. E la maggior parte ruota intorno alla maternità:

Gravidanza: ogni gravidanza è diversa Non fare affidamento su coloro che affermano che la loro donna è diventata molto calda durante la gravidanza e pensa che sua moglie non sia normale. Alcune donne avranno invece una relazione molto complessa con la sessualità per paura di ferire il futuro bambino. Parlane per rassicurarla, ma non metterla sotto pressione. Privilegiare una sessualità non invadente (carezza, masturbazione, ecc.) Per far rivivere il desiderio senza stress.
Il periodo post-gravidanza: in caso di allattamento al seno, viene prodotto un ormone, la prolattina, per promuovere l’allattamento. Questo ormone, così come la relazione madre-figlio, non è favorevole al desiderio. Di nuovo è transitorio, ma non aspettare che salti su se stesso. È meglio stimolare regolarmente la sua fibra sessuale in modo che non si allontani troppo dalla sua libido. Sempre la stessa parola d’ordine: nessuna pressione eccessiva.
Contraccezione: questo è un argomento ancora dibattuto dai medici, ma l’esperienza dei pazienti suggerisce che alcune pillole contraccettive possono avere un impatto molto negativo sulla libido di alcune donne.

Menopausa e desiderio
Questo evento nella vita di una donna merita un capitolo tutto da solo. È la caduta degli ormoni femminili che accompagna la fine del periodo di fertilità femminile. È all’origine di un declino dei segni esteriori del desiderio, come abbiamo visto. Ma a volte è anche accompagnato da una perdita di libido o depressione.

Secondo uno studio internazionale condotto su 3589 donne, i disturbi del desiderio sono avvertiti dall’11% delle donne di età compresa tra i 20 ei 29 anni, ma il 53% tra le donne di età compresa tra i 60 ei 70 anni. (1)

Ci sono terapie di sostituzione ormonale in menopausa che possono respingere questi disturbi per diversi anni. Tuttavia, non sono sicuri (aumento del rischio di cancro) e alcune donne non possono usarlo.

Aumentare il desiderio naturalmente in menopausa
Come aumentare il desiderio di sua moglie alla menopausa? Due erbe hanno dimostrato di migliorare la libido durante la menopausa:

Maca: tradizionalmente usato per trattare i disturbi del desiderio, questo tubero peruviano ha dimostrato di trattare i disturbi della libido indotti dagli antidepressivi. (2)
È stato anche dimostrato che a 3,5 grammi al giorno, la maca allevia la disfunzione sessuale femminile della menopausa senza interferire con gli ormoni. Sembra che sia l’antidepressivo e il potere anolitico di maca a dare questo risultato (3).

Ginseng: in uno studio in doppio cieco sull’argomento, sembrava che 1 grammo di ginseng rosso coreano al giorno migliorasse la libido delle donne all’inizio della menopausa. (4)
Si noti che la pre-menopausa (dall’età di 40 anni) è anche un periodo di declino del desiderio sessuale nel 39% delle donne. (1)

Stress e desiderio
Stanchezza e stress sono due grandi inibitori della libido, anche negli umani. Nelle donne, la famosa “carica mentale” può davvero devastare il desiderio sessuale.

Troppa pressione sul lavoro, troppo problemi di custodia (i bambini vanno allo sport, portati dal dottore ecc.), Preoccupazioni di denaro o problemi di relazione … è tipicamente il tipo di aggiunta che porta a ‘smetti di fare sesso.

Una donna non trae forza dalla sua sessualità, ci mette dentro la sua energia. Quindi quando non c’è più energia, non c’è più desiderio, è così semplice.

Per aumentare il desiderio di sua moglie se sembra sovraccaricata o preoccupata (o entrambe), il suo carico di lavoro e il suo carico mentale devono essere alleviati. Meglio condividere i compiti, aiutarla a risolvere i suoi problemi, farle capire che non è sola e che può riposare anche su di te.

Come aumentare il desiderio di sua moglie in caso di stress? Le piante anti-stress adattogene come la rhodiola, il ginseng, la maca o l’ashwaghanda possono aiutare a eliminare questo stress che mina la libido.

La depressione è anche una fonte riconosciuta di diminuzione della libido. Può essere trattato da alcuni farmaci che inibiscono anche il desiderio che può sembrare controproducente. Ma la libido di solito ritorna alla fine dell’episodio depressivo.

Sessualità ferita
Può accadere che l’assenza del desiderio sia dovuta a un trauma sessuale che va lontano, oa un’educazione basata sulla colpa e sulla nozione di peccato molto forte. Religione, educazione sessuale, abuso, stupro … le cause del trauma sessuale sono molte per le donne.

Se sospetti che la mancanza di desiderio del tuo partner di avere un’origine del genere richieda comprensione ma la spinga a compiere il passo della terapia sessuale, da solo o in coppia.

L’avversione sessuale in particolare (ansia o disgusto al pensiero di un atto sessuale) viene sistematicamente trattata con l’aiuto della psicoterapia.

D’altra parte, una malattia cronica può anche essere una fonte di perdita del desiderio: cancro, rimozione del seno o dell’utero in particolare. Anche qui si trova l’aiuto medico.

Problema di relazione
Se gli uomini possono facilmente provare rabbia e desiderio misto, è più raro nelle donne. Un risentimento, specialmente se è vecchio e se la coppia è in difficoltà, è spesso la causa principale della mancanza di desiderio delle donne. Più che la disaffezione, è spesso il rancore che crea l’impossibilità di rendersi disponibili e di donarsi a un altro.

In questi casi, essere perdonati e rendersi gentili di nuovo sembra una condizione fondamentale prima di ogni tentativo di riattivare la fiamma sessuale tra di voi.

7 azioni per risvegliare il desiderio negli umani

Una volta non è personalizzato, questo articolo è riservato al gentil sesso. La sessualità maschile non è sufficiente di afrodisiaci e pillole per migliorare l’erezione. Se il tuo partner non sembra volerti, potrebbe essere che il suo desiderio si sia addormentato. È ora di suonare la sveglia. Il desiderio maschile passa anche attraverso la testa e i sensi, ecco 7 azioni per risvegliare il desiderio nell’uomo.

Quando il desiderio diventa pigro
Il desiderio sessuale maschile è un impulso guidato principalmente dalla chimica. Nell’uomo, il desiderio è tanto fisiologico quanto psicologico. Ciò significa che quando il corpo e gli ormoni sessuali sono in cima, il desiderio non è un problema.

Per un giovane senza particolari problemi (stress o dipendenza) il problema del desiderio sarebbe piuttosto “come saziarlo e con chi? “.

Ma con l’età, e specialmente a partire dai 50 anni, i livelli di ormoni sessuali diminuiscono gradualmente, la qualità e il potere del desiderio, opachi. E qui il problema è piuttosto “Come restituire il desiderio di volere”.

Non esiste una ricetta miracolosa, ma diversi piccoli trucchi per cercare di darti il ​​massimo delle possibilità di trovare il giusto “detonatore”.

1 Rispetta il tuo orologio biologico
A differenza delle donne che hanno maggiori probabilità di fare l’amore la sera, una volta che le loro preoccupazioni del giorno sono alle loro spalle, gli uomini sono piuttosto migliori al mattino.

Infatti, questo è il momento in cui il loro testosterone è il più alto: circa il 30% in più del solito. È quindi sufficiente indirizzare i loro istinti primari, approfittando della metà del sonno quando il loro cervello è ancora sveglio.

Un piccolo massaggio e mani vaganti come sveglia? Difficile fare più motivazioni per iniziare la giornata.

Rianima il cacciatore
Non possiamo combattere millenni di evoluzione: l’uomo è sempre stato e continua a essere un cacciatore. La preda che viene a gettarsi tutta cotta nel piatto non lo eccita più di così.

E questo è particolarmente valido quando la libido è a mezz’asta. Per risvegliare il desiderio, potrebbe valere la pena di andare via per renderlo difficile da avere. Una donna che è bella e sexy, poi se ne va come per offrirsi a un altro, può quasi svegliare l’istinto del cacciatore con il marito più stanco.

Coloro che sono un po ‘troppo appiccicosi possono ottenere giocando la femme fatale e facendo credere al suo partner che potrebbe avere una competizione.

Attenzione: non giochiamo con un partner naturalmente geloso o insicuro, non aiuterà a migliorare la relazione.

3 Svela ma non troppo
Mostrare tutto, sempre, non è necessariamente il modo migliore per eccitare il desiderio, specialmente se è un po ‘stanco. Evita tutte le modanature e gli stivali con i tacchi, e gioca piuttosto sulla profondità di una scollatura o sulla trasparenza di un abito chiuso al collo. Risveglierà anche l’istinto del cacciatore che preferisce catturare e svestire la sua preda piuttosto che trovarla nuda nel letto.

4 Sexter
Come le cattive missive dei libertini, l’hot texting può essere un buon modo per creare anticipazione e quindi desiderio.

Invia diversi messaggi di testo su “Hai qualcosa in programma stasera?” “Sì, e tu sei invitato”, “Incontra nella stanza alle 22:00”, “Ci saranno olio per massaggi e champagne” ecc.? Per non parlare della piccola foto di carne nuda (non troppo calda comunque se passa un collega quando guarda il suo smartphone).

Ricevendo messaggi come quando ci prepariamo ad entrare nella sala riunioni o annoiati a morte dietro la sua scrivania, si aggiunge un tocco del giorno. E inevitabilmente, ti fa venire voglia! Non ci vuole meno per un uomo per iniziare a proiettare mentalmente un film particolarmente caldo.

5 Gioca da solo
L’uomo è un animale visivo. Per vedere il suo compagno masturbarsi deve logicamente eccitarlo al punto più alto. Se non gli è permesso di toccare, l’effetto stimolante può essere ancora più forte. Questa è forse la più efficace delle 7 azioni per risvegliare il desiderio negli umani.

Per testare: legare le mani nella parte posteriore con una sciarpa e chiedergli di stare tranquillamente nel suo angolo, poi accarezzare il suo corpo prima di masturbarsi davanti a lui.

6 Parlando di culo
L’evocazione verbale può aiutare a mettere le fantasie in movimento. Parlare di sesso è un antipasto eccellente prima di farlo.

Una donna che dice quello che vuole, o dice cosa le piacerebbe fare al suo uomo dà le sue idee. Potrebbe non funzionare subito, ma può farsi strada nella sua testa. Come uno stoppino acceso che lascerebbe molto prima dell’esplosione finale.

7 Osare proibire
Dopo anni di vita in coppia, puoi cadere nella routine. Sapendo come ci piace e come ci divertiamo, finisce per rimuovere la spezia dai giochi d’amore.

Ma se provi qualcosa di totalmente nuovo, puoi resettare i timer e dare una seconda giovinezza.

In caso di perdita del desiderio, perché non provare tutto per il tutto. Ad esempio: audace divertimento prostatico. Un uomo che scopre il godimento prostatico in seguito trova una seconda giovinezza sessuale.

Per praticare la stimolazione della prostata, introdurre l’indice nell’ano fino alla seconda falange e piegare il dito verso la vescica per raggiungere la prostata, grande come un dado. Massaggiare con una miscela di morbidezza e fermezza, alternando la stimolazione manuale del sesso.

Non devi seguire ognuna di queste 7 azioni per risvegliare il desiderio nell’uomo. Da un lato ci vorrà troppo tempo ed energia, d’altra parte potrebbe sentirsi sotto pressione. Prova quelli che sembrano più adatti al tuo partner e lo stato della tua relazione. E non dimenticare di andare a dare un’occhiata agli afrodisiaci più efficaci, può aiutare.

5 azioni per curare l’impotenza in modo naturale

Prima di provare le pillole per il bendaggio, è necessario comprendere le ragioni dell’impotenza e utilizzare le giuste tecniche per combattere la disfunzione erettile. Qui ci sono 5 azioni per curare l’impotenza in modo naturale.

Perché non suono più?
Impotenza o disfunzione erettile è la difficoltà o l’impossibilità di penetrare il suo partner con il suo pene eretto.

Lei può essere

fisiologico
o

psicologico
L’impotenza psicologica è causata da traumi legati al genere, abuso di pornografia o problemi di relazione. Può anche essere causato da uno stato depressivo generale.

L’impotenza fisiologica può essere dovuta a:

Un problema cardiovascolare che colpisce le navi che irrigano il pene e sono responsabili dell’erezione.
Squilibrio ormonale, come una goccia di testosterone o un eccesso di estrogeni (ormoni sessuali)
Chirurgia, come la rimozione della prostata
Diabete o ipertensione
Sapere se l’impotenza è fisica o psicologica è semplice: se hai l’erezione spontanea di notte o quando ti svegli, allora soffri di impotenza psicologica. Leggi questo articolo per sbarazzartene.

Trattare l’impotenza senza una pillola
Per curare l’impotenza di origine fisica, è inutile correre sulle pillole per piegarsi prima di tentare qualsiasi cosa.

Secondo uno studio australiano pubblicato nel 2014, gli uomini che soffrono di disfunzione erettile sono in grado di superare questo problema senza passare attraverso il farmaco, ma piuttosto cambiando le loro abitudini e il loro stile di vita.

Secondo lo studio degli uomini di età compresa tra 30 e 80 anni: “La disfunzione erettile nell’uomo anziano è una malattia dinamica la cui incidenza e remissione sono prevedibili in base a una serie di fattori. rischio modificabile “.

In breve, possiamo trovare erezioni soddisfacenti cambiando determinate abitudini.

Combattere i rischi di diabete e ipertensione è riconosciuto come un ottimo modo per prevenire l’impotenza.

Qui ci sono 5 azioni per curare l’impotenza in modo naturale. Queste sono le migliori strategie per mettere il tuo corpo e in particolare la tua sfera cardiovascolare e gli ormoni sessuali maschili in ottima forma.

Smetti di fumare
Il tabacco ha un impatto negativo sui vasi sanguigni che può portare a disfunzione erettile o peggiorare un problema esistente.

Secondo uno studio cinese, oltre il 22% dei casi di disfunzione erettile in Cina è dovuto al fumo.

D’altra parte, il fumo ha anche un impatto negativo sulla produzione di ossido nitrico, il gas sanguigno che svolge un ruolo cruciale come neuromediatore segnalando la necessità di inviare sangue al pene in caso di eccitazione sessuale.

Se provi a smettere, puoi usare la sigaretta elettronica, ma fai attenzione! Riduci gradualmente le dosi di nicotina fino a quando ne puoi fare a meno.

Anche quando non è bruciata come una sigaretta convenzionale, la nicotina ha un effetto deleterio sulle arterie. In effetti, è provato che la sola nicotina crea un fenomeno di infiammazione dei tessuti che può danneggiare in modo particolare i vasi sanguigni.

dimagrante
Il sovrappeso, in particolare il grasso addominale, ha un doppio effetto negativo sull’erezione.

Prima di tutto è un fattore aggravante delle malattie cardiovascolari e può quindi mettere in pericolo la qualità delle erezioni.

Ma soprattutto, il grasso corporeo in eccesso produce estrogeni, ormoni sessuali femminili che sostituiscono il testosterone e hanno un’azione “devilizzante”. Risultato: diminuzione della libido e disfunzione erettile più o meno importante.

Secondo uno studio pubblicato nel 2012, tra gli uomini in sovrappeso con pre-diabete, la perdita di peso ha permesso a metà dei partecipanti di riguadagnare i normali livelli di testosterone.

Fare sport
E per perdere peso, nessuna alternativa: mangiare di meno, meglio e fare sport. Questo è positivo perché l’attività fisica è anche riconosciuta scientificamente come un ottimo modo per migliorare la funzione sessuale negli uomini, non solo perché ti permette di perdere grasso.

Secondo uno studio che ha analizzato l’attività fisica e la qualità della vita sessuale di 300 uomini nel 2015, c’è un tasso di attività settimanale che promuove una migliore qualità delle erezioni e della sessualità in generale. (5)

Questa quantità di attività ideale corrisponde ogni settimana a:

2 ore di attività ad alta intensità (corsa, nuoto)
o

3,5 ore di esercizio a media intensità
o

6 ore di esercizio a intensità moderata (camminare, camminare)
Dormire
Tra i peggiori nemici del testosterone ce n’è uno che è poco conosciuto ma che è comunque devastante: mancanza di sonno.

Dormire regolarmente meno di otto ore a notte attacca l’ormone della virilità in tutti gli uomini anche i più giovani, a priori in possesso di tutti i loro mezzi.

Ad esempio, uno studio americano ha dimostrato gli effetti di una settimana di restrizione del sonno su studenti sani di 25 anni. I risultati sono sorprendenti: una settimana di privazione del sonno ha avuto lo stesso effetto sui livelli di testosterone di questi giovani adulti come se avessero avuto 10 o 15 anni. (6)

Infatti, il livello di testosterone diminuisce naturalmente dell’1% all’anno da 20 anni. Hanno perso dal 10 al 15% del loro testosterone sierico in meno di otto giorni, dormendo solo 5 ore a notte.

Dormire otto ore a notte è una delle più semplici e forse una delle più efficaci delle 5 azioni per curare l’impotenza in modo naturale.

Ridurre l’alcol
Un altro nemico del testosterone spesso sottostimato: consumo eccessivo di alcol. L’alcol promuove la trasformazione del testosterone in estrogeni.

Di tutte le droghe, sembra che l’alcol sia quello che ha più influenza sull’erezione. Come prova, i ricercatori spagnoli che hanno studiato l’impatto delle droghe sulla sessualità con ex tossicodipendenti di diverse sostanze hanno scoperto che l’alcol era la sostanza che ha avuto il maggiore impatto sulla capacità di reagire allo stimolo sessuale, vale a dire erezione. È anche, insieme all’eroina e alla cocaina, uno dei farmaci che complica maggiormente l’orgasmo.

In breve
A priori tutti questi suggerimenti sembrano di buon senso, ma si potrebbe pensare che siano un po ‘leggeri.

Tuttavia, ponendo la domanda, potresti capire che un deficit cronico del sonno, abusi regolari di alcol, fumo o sovrappeso sono potenzialmente la causa dei tuoi problemi di erezione. E se accumuli, non cercare oltre e inizia cambiando le cose e prova una di queste 5 azioni per curare l’impotenza in modo naturale, prima di andare a chiedere una prescrizione di pillole per l’erezione al tuo medico.

Mia moglie non vuole più fare l’amore, perché?

Il desiderio femminile è spesso un mistero per gli uomini. Quindi, quando una donna non vuole più fare l’amore, siamo spesso impotenti. Viene da lei o, è colpa mia? Ecco alcune risposte che ti aiuteranno a saperne di più sulla libido femminile.

La chimica del desiderio femminile
Il desiderio femminile può essere aureo di mistero, ma è ampiamente governato da fenomeni chimici, proprio come il desiderio maschile.

È sufficiente che un elemento manchi la chiamata e l’equilibrio chimico necessario alla libido della libido può collassare. A volte una donna non vuole più fare l’amore perché i suoi ormoni sessuali non le inviano più i messaggi giusti.

Infatti, secondo uno studio americano, il 43% delle donne soffre di disturbi sessuali, compresa una grande parte del desiderio sessuale ipoattivo (assenza o diminuzione del desiderio) (1)

I seguenti ormoni e neurotrasmettitori sono essenziali per la libido femminile.

testosterone
Sì, l’ormone maschile per eccellenza, è anche essenziale per la donna soprattutto per garantire i suoi impulsi sessuali. È prodotto principalmente nelle ovaie ed è per questo motivo che le donne in menopausa (le cui ovaie hanno smesso di funzionare) e le donne che hanno subito l’ovariectomia soffrono spesso di una diminuzione del desiderio sessuale. D’altra parte il testosterone è un ormone che può essere più resistente allo stress, che è importante perché lo stress è un nemico della libido.

In caso di deficit di testosterone a parte la terapia ormonale sostitutiva; uno studio ha dimostrato che DHEA fa miracoli per il riavvio della libido femminile rallentata dalla mancanza di testosterone (2).

estrogeni
Gli ormoni sessuali femminili forniscono lubrificazione e desiderio vaginale. In menopausa il calo della produzione di estrogeni è anche una causa di bassa libido.

dopamina
Questo ormone del benessere è utile per mantenere il desiderio durante l’atto sessuale.

Ossido nitrico
Questo gas ematico essenziale per l’erezione maschile è anche essenziale per il flusso di sangue nel clitoride e la sua eccitabilità. Il clitoride è in sostanza l’organo del piacere, se non è sufficientemente irrigato; a volte una donna non vuole più fare l’amore perché non prova abbastanza piacere quando lo fa.

Questi possono essere problematici:

prolattina
Inibisce il desiderio sessuale. Normalmente è presente in quantità durante l’allattamento ma uno squilibrio ormonale causato da una disfunzione della ghiandola pituitaria che lo produce può portare ad un eccesso di prolattina problematico.

serotonina
Un eccesso di serotonina può causare difficoltà nel raggiungere l’orgasmo. Gli antidepressivi che inibiscono la ricaptazione della serotonina possono avere un effetto anorgasmico che alla fine riduce il desiderio.

Abbassare il morale, abbassare il desiderio
Lo stress è una delle principali cause del declino del desiderio femminile. Problemi familiari o finanziari rumorosi nel tempo creano uno stress psicologico che influenzerà il corpo aumentando i livelli di cortisolo.

Lotta contro lo stress, combattendo prima contro le sue origini e poi offrendo a due momenti di vero relax. Questo aiuterà tua moglie a riguadagnare la voglia di fare l’amore.

Prendere l’abitudine di fare yoga, sophrology, meditazione, agopuntura o qualsiasi altro metodo gentile per combattere lo stress può essere un buon investimento a lungo termine per preservare la libido.

Quando il dolore uccide il desiderio
A volte una donna non vuole più fare l’amore perché ha solo paura di avere dolore.

I dolori di penetrazione possono essere causati da diversi fenomeni distinti:

vaginismo
È una condizione in cui i muscoli vaginali si stringono involontariamente fino al punto di impedire la penetrazione. È una causa di consultazione medica.

fungine
Semplicemente candida albica o STI può causare infiammazioni della mucosa vaginale che rendono la penetrazione quasi abrasiva e francamente spiacevole. Il trattamento della micosi o delle IST, a volte con entrambi i partner, aiuterà a rimettere tutto in ordine. Fare attenzione, alcune infezioni fungine sono ricorrenti, in particolare Candida albicans. Per evitare che riappaia, è consigliabile prendere i probiotici (in farmacia) e consumare un minimo di zucchero (Candida si nutre di zucchero).

Dimensione del pene del partner
Dicevamo che le dimensioni non contano molto. Questo è vero per la maggior parte del tempo, ma gli estremi possono essere un problema. Pertanto, un pene insolitamente lungo o ampio può causare dolore alla penetrazione.

In generale, il dolore cronico, anche se non correlato alla sessualità, è una causa comune di bassa libido.

Menopausa sospetta numero 1
Cumulate secchezza vaginale, aumento di peso, sbalzi d’umore e ormoni che giocano allo yoyo, ammettiamo che è abbastanza improbabile che promuova una libido arruffata.

Il fatto è che la menopausa è molto spesso la causa del declino del desiderio nelle donne. Uno studio alla fine del 2016 ha anche dimostrato che il declino del desiderio inizia nei 20 mesi precedenti l’inizio ufficiale della menopausa (la cessazione delle mestruazioni) e continua entro 5 anni (3).

Più è lungo, meno è buono
Questo è sfortunatamente dimostrato: più lunga è la relazione d’amore, meno la donna ha impulsi sessuali. Secondo uno studio finlandese, le donne che hanno avuto una relazione per 7 anni o più sono quelle che stanno sperimentando il più grande calo del desiderio.

Dall’altro lato dello spettro, nessuno sarà sorpreso di apprendere che il desiderio sessuale femminile viene rilanciato da una nuova relazione romantica. (4)

Quando il disincanto uccide il desiderio
“Mia moglie non vuole più fare l’amore perché non mi ama più”. Questo non è solo un cliché: come parte di una relazione romantica di lunga durata, le donne hanno bisogno di amare per fare l’amore. Naturalmente, in caso di disaccordo o di grande rabbia, puoi sempre riconciliarti con il cuscino.

Ma una vera antipatia è abbastanza radicale per annientare il desiderio in una donna; anche se non c’è conflitto.

Questo è ovvio, ma se hai letto tutto quanto sopra ora sai che il disincanto è lontano dall’unica ragione per cui una donna non vuole più fare l’amore.

Soluzioni per svegliare il desiderio quando la donna non vuole più fare l’amore
Combatti lo stress: alleggerisci la tua giornata partecipando di più alle faccende domestiche, se non lo fai. Chiedi ai bambini di tenerli più spesso, di volta in volta offrirti una giornata di relax nella spa. Le donne spesso indossano un peso invisibile sulle loro spalle.

Fai un dosaggio ormonale: considera la terapia ormonale in caso di deficit.

Ricordati di consultare uno psichiatra: in caso di depressione o difficoltà coniugali, non esitare a provare una psicoterapia.

E perché non provare le nostre ricette afrodisiache per le donne?

Quel complément alimentaire fonctionne pour l’énergie ?

Stanco a causa di un inaspettato lavoro extra, a causa del cambio di stagione; o solo perché hai più di 20 anni? Manchi energia al lavoro e anche la tua libido ne risente. Ti chiedi quale integratore alimentare scegliere? Segui la guida:

 

Integratori alimentari per ottenere energia rapidamente
Per un effetto colpo di frusta, in caso di improvvisa perdita di forma o se hai bisogno di tutta la tua energia per finalizzare un file, o, più piacevole, per andare a far festa tutta la notte. Scegli il tuo integratore alimentare per l’energia immediata.

Guarana
Guarana – Paulinian Cupana – è una pianta della foresta pluviale amazzonica il cui uso risale all’alba dei tempi.

Contiene una forma particolarmente potente di caffeina. Più stimolante del caffè senza gli effetti collaterali; è particolarmente utile quando hai bisogno di una spinta per le prossime ore.

Uno studio del 2007 ha dimostrato che il guaranà aumenta la vigilanza e riduce la sensazione di stanchezza; ma migliora anche l’umore e le capacità cognitive.

Avvertenza: se ti affidi a guarana come integratore alimentare per aiutarti a superare la stanchezza, non consumare il caffè allo stesso tempo. La combinazione dei due potrebbe essere negativa per il cuore.

Tè verde Matcha
Il tè verde contiene più caffeina, ma anche più polifenoli del tè nero, che gli conferisce la reputazione di alimento salutare. Per l’energia, l’interesse del tè verde risiede nel rilascio prolungato della sua caffeina, a differenza di quello del caffè.

Il consumo di tè verde matcha, ovvero polvere di tè verde miscelato con acqua e consumato senza filtro, sta assorbendo tutta la potenza del tè verde per un’energia di rilascio prolungata.

Se sei atletico, sappi che il tè verde aumenta le prestazioni sportive fino al 24%. .Buono a sapersi per i giorni in cui vai allo sport all’indietro!

acerola
Acerola è una specie di ciliegia selvatica che cresce nei paesi caldi. È da 20 a 30 volte più ricco di vitamina C rispetto all’arancio.

La vitamina C aumenta la resistenza del sistema immunitario e combatte i radicali liberi. Durante un’epidemia di raffreddore o influenza, l’integrazione con vitamina C naturale, come l’acerola, riduce il rischio di ammalarsi.

Integratori alimentari per recuperare energia per un lungo periodo
Queste piante ti aiuteranno a ritrovare i tuoi livelli di energia ottimali combattendo lo stress e aumentando il tuo sistema immunitario. Fai la tua scelta di integratore alimentare per l’energia a lungo termine.

ginseng
Ginseng – Panax ginseng – è la pianta adattogena più famosa. È stato usato nella medicina tradizionale cinese per millenni e la scienza moderna ha ampiamente dimostrato i suoi benefici per la salute.

Ha un effetto generale rivitalizzante sul corpo che sarà sempre buono da prendere, e ha un effetto stimolante sulla libido ma è particolarmente interessante per coloro che soffrono di affaticamento intellettuale: uno studio ha dimostrato che migliora le prestazioni cognitive e riduzione dell’affaticamento mentale sin dal primo utilizzo

Ashwagandha
Ashwagandha – Withania somnifera – è una delle stelle della medicina ayurvedica indiana che lo usa da 3000 anni. È anche chiamato ginseng indiano. In effetti è anche una pianta adattogena, vale a dire che si adatta ai bisogni del corpo e aiuta a resistere allo stress.

Infatti, in uno studio indiano su uomini sottoposti a stress mentale elevato, è riuscita ad abbassare il loro livello di cortisolo (ormone dello stress) del 24% in 60 giorni, ad una velocità di 2 volte di 300 mg. estratto concentrato giornaliero.

Chi non ha energia a causa dei disturbi del sonno non dovrebbe avere paura di consumare ashwagandha, al contrario: anche se si dice che dia energia riequilibrando il sistema nervoso e stimolando il sistema immunitario, L’Ashwagandha è anche nota per la sua capacità di indurre il sonno. Ecco perché sarà sempre necessario prenderlo al momento di coricarsi.

Per beneficiare delle sue proprietà calmanti, controlla che il tuo integratore di ashwagandha contenga una gran parte delle foglie perché è nelle foglie che si trova il principio attivo associato al sonno.

È particolarmente raccomandato per gli uomini perché l’ashwagandha aumenta anche la fertilità e la virilità.

Rhodiola
La Rhodiola – Rhodiola rosea – è un’altra pianta adattogena, nota anche per la sua capacità di aiutare il corpo a combattere lo stress.

Fa parte del kit di farmacia naturale degli abitanti del Nord Europa, ed era già utilizzato dai vichinghi. Questa pianta cresce in condizioni di freddo estremo nelle montagne di Norvegia, Islanda, Svezia e Russia.

La Rhodiola migliora le prestazioni fisiche e mentali in condizioni di vita stressanti, specialmente durante i cambiamenti stagionali e freddi.

In particolare, è stato recentemente dimostrato che Rodhiole può migliorare i sintomi dei pazienti che hanno sofferto di burn-out da appena una settimana di trattamento con 400 mg di estratto di rodio al giorno.

eleuterococco
Conosciuto nel nord della Cina, Corea, Giappone e Siberia per millenni, è anche conosciuto come ginseng siberiano. È anche un adattogeno che combatte la stanchezza e rafforza il sistema immunitario in caso di stress.

I suoi effetti contro la stanchezza fisica e intellettuale sono convalidati dalla scienza (7) ed è persino riconosciuto per le sue proprietà anti-fatica dall’Agenzia Europea dei Medicinali, che è piuttosto raro per una pianta medicinale. (8)

Eleuterococco è particolarmente utile per combattere la fatica negli atleti perché aumenta le capacità di recupero muscolare. Fu usato dagli astronauti russi durante la Guerra Fredda.

Maca
Maca – Lepidium Meyenii – è una radice della famiglia dei broccoli che cresce negli altipiani delle Ande. La Maca è meglio conosciuta per la sua reputazione di afrodisiaco. Ma in realtà è la sua capacità di risvegliare le forze vitali che detiene quella reputazione.

È considerato da molti anche una pianta adattogena. La maca viene anche utilizzata come superalimento (da aggiungere ai frullati): oltre ai suoi isotianocianati e glucosinolati, i suoi unici principi attivi, è ricco di proteine, minerali e vitamine.

Nota sul supplemento dietetico:
Per essere efficaci, le piante adattogene sopra menzionate devono essere utilizzate come cura di 3-4 settimane, intervallate da pause di almeno 1 settimana. Puoi combinarne due per creare un integratore alimentare per l’energia domestica, ma non di più.

I rischi del Viagra senza prescrizione

Molte persone preferiscono passare attraverso siti web ‘discreti’ invece di andare a vedere il loro medico per un farmaco per la disfunzione erettile. Eppure sarebbe sbagliato sottovalutare i rischi del Viagra senza prescrizione medica.

Come funziona il Viagra
In breve, il Viagra è il nome commerciale del citrato di sildenafil, una molecola sviluppata negli anni ’80.

Originariamente doveva curare l’ipertensione arteriosa polmonare, ma gli scienziati che lo hanno testato in questo modo hanno visto rapidamente l’interesse che avrebbero avuto nel mettere in risalto il suo principale effetto collaterale: una vigorosa erezione anche negli uomini che non era stato fasciato per molto tempo.

Il citrato di Sildenafil agisce infatti a livello della reazione a catena che innesca l’erezione. Tuttavia, ha bisogno di un po ‘di eccitazione per fare il suo effetto.

La sua funzione è la seguente: dopo lo stimolo sessuale, le pareti delle vene che circondano i corpi cavernosi rilasciano un gas ematico, NO o ossido nitrico, che induce il rilassamento della muscolatura liscia che circonda i corpi cavernosi. Ne consegue un afflusso di sangue che causa l’erezione e allo stesso tempo impedisce il ritorno del sangue.

È un enzima, cGMP che impedisce il ritorno alla normalità e preserva l’erezione. Dopo l’eiaculazione, il pene diventa flaccido sotto l’effetto di un altro enzima, la fosfodiesterasi E5, che distrugge il cGMP.

Il sildenafil inibisce questo enzima, arrossendo la gioia e quindi prolungando l’erezione. Altri farmaci per l’erezione che non usano il sildenafil (Cialis, levitra) hanno tutti un’azione simile su questo enzima.

1: Il pericolo della contraffazione
“Non muori dalla voglia di indossare borse o t-shirt finte. Al contrario, i farmaci contraffatti possono uccidere. La condanna è firmata da Howard Zucker, direttore generale aggiunto dell’OMS, ed è una buona illustrazione della sfida della salute pubblica dei farmaci contraffatti. (1)

Le medicine contraffatte e la loro vendita in tutto il mondo via internet sono una miniera altrettanto lucrosa quanto le droghe e le armi per il crimine organizzato. Infatti per 1000 dollari investiti in falsi falsi di farmaci si può sperare di vincere 200 volte la scommessa!

La maggior parte dei farmaci contraffatti che vengono acquistati in Francia sono bende e supplementi dietetici per la perdita di peso. Niente di vitale a priori.

I rischi del Viagra senza prescrizione medica in questi casi sono tanto vari quanto l’origine dei prodotti: possono essere falsi senza azione o prodotti tossici.

Ma in altri paesi dove il rimborso delle droghe non è fornito da un sistema di sicurezza sociale, i farmaci contraffatti possono essere farmaci per curare malattie gravi, cancro, diabete, malattie cardiache, ecc.

In Africa, un farmaco su tre è contraffatto; e nel mondo 1 su 10 farmaci sarebbe un falso. Le medicine contraffatte provengono principalmente da Asia, Cina e India e inondano il pianeta. Secondo una persistente voce nei media inglesi; La Corea del Nord userebbe persino la vendita del falso Viagra per finanziare il suo arsenale nucleare!

A fine settembre 2017 l’Interpol ha annunciato il sequestro record di 25 milioni di medicinali contraffatti distribuiti su Internet, per un valore di 51 milioni di dollari. Più di 3.500 siti Web sono stati chiusi durante questa operazione.

2 I pericoli dell’automedicazione
I rischi del Viagra senza prescrizione medica non si limitano alla possibilità di acquistare un farmaco adulterato o completamente sbagliato. Anche se sei abbastanza fortunato da avere il vero Viagra, Cialis o altri farmaci per la disfunzione erettile; il fatto di aver ottenuto questo farmaco senza passare attraverso il medico pone rischi reali.

In effetti, questi prodotti hanno un certo numero di controindicazioni e incidenti a volte fatali durante il primo anno di marketing hanno spinto le autorità sanitarie ad aumentare gli avvertimenti sul disco. (2

Pertanto è assolutamente controindicato prendere farmaci contro la disfunzione erettile; Viagra o Cialis se trattati per malattie cardiovascolari; e soprattutto se prendiamo molecole che potenziano i loro effetti dilatatori. Ne conseguirà un potenziamento degli effetti, non un’erezione gigantesca, ma una seria ipotensione.

I farmaci in questione sono vasodilatatori nitrati come nitroprissiato, nitrito, trinitrina, linsidomina, molsidomina e nicorandil.

Allo stesso modo, prendendo il Viagra senza prescrizione per scopi ricreativi; in combinazione con altri prodotti eccitanti e vasodilatatori come i poppers può semplicemente essere mortale.

D’altra parte non seguendo il dosaggio ufficiale si prende il rischio di effetti collaterali molto indesiderabili.

Il dosaggio abituale è di 1 compressa al giorno, dosata a 25, 50 o 100 mg, a seconda delle esigenze specifiche del paziente, da valutare con il medico.

3 A chi è proibito il viagra
Alcuni uomini non dovrebbero prendere il viagra perché potrebbero sviluppare il priapismo; vale a dire un’erezione dolorosa e anormalmente prolungata.

Si tratta di uomini che soffrono di disturbi emorragici, ulcere duodenali o dello stomaco, anemia falciforme, mieloma e leucemia. (3)

C’è anche il rischio di danni al nervo ottico. In caso di problemi alla vista dopo l’assunzione del Viagra è urgente consultare.

Infine, il rischio maggiore di Viagra senza prescrizione medica è quello che minaccia gli uomini il cui stato di salute è una controindicazione ai rapporti sessuali: grave insufficienza cardiaca; storia di ictus, infarto miocardico recente.

Tra quelli relativi alla contraffazione e quelli relativi a potenziali effetti collaterali; i rischi del Viagra senza prescrizione sono troppo numerosi per provare il diavolo.

Invece, prova questi rimedi fatti in casa per il bendaggio e queste ricette di viagra fatte in casa, naturali e sicure.