5 azioni per curare l’impotenza in modo naturale

Prima di provare le pillole per il bendaggio, è necessario comprendere le ragioni dell’impotenza e utilizzare le giuste tecniche per combattere la disfunzione erettile. Qui ci sono 5 azioni per curare l’impotenza in modo naturale.

Perché non suono più?
Impotenza o disfunzione erettile è la difficoltà o l’impossibilità di penetrare il suo partner con il suo pene eretto.

Lei può essere

fisiologico
o

psicologico
L’impotenza psicologica è causata da traumi legati al genere, abuso di pornografia o problemi di relazione. Può anche essere causato da uno stato depressivo generale.

L’impotenza fisiologica può essere dovuta a:

Un problema cardiovascolare che colpisce le navi che irrigano il pene e sono responsabili dell’erezione.
Squilibrio ormonale, come una goccia di testosterone o un eccesso di estrogeni (ormoni sessuali)
Chirurgia, come la rimozione della prostata
Diabete o ipertensione
Sapere se l’impotenza è fisica o psicologica è semplice: se hai l’erezione spontanea di notte o quando ti svegli, allora soffri di impotenza psicologica. Leggi questo articolo per sbarazzartene.

Trattare l’impotenza senza una pillola
Per curare l’impotenza di origine fisica, è inutile correre sulle pillole per piegarsi prima di tentare qualsiasi cosa.

Secondo uno studio australiano pubblicato nel 2014, gli uomini che soffrono di disfunzione erettile sono in grado di superare questo problema senza passare attraverso il farmaco, ma piuttosto cambiando le loro abitudini e il loro stile di vita.

Secondo lo studio degli uomini di età compresa tra 30 e 80 anni: “La disfunzione erettile nell’uomo anziano è una malattia dinamica la cui incidenza e remissione sono prevedibili in base a una serie di fattori. rischio modificabile “.

In breve, possiamo trovare erezioni soddisfacenti cambiando determinate abitudini.

Combattere i rischi di diabete e ipertensione è riconosciuto come un ottimo modo per prevenire l’impotenza.

Qui ci sono 5 azioni per curare l’impotenza in modo naturale. Queste sono le migliori strategie per mettere il tuo corpo e in particolare la tua sfera cardiovascolare e gli ormoni sessuali maschili in ottima forma.

Smetti di fumare
Il tabacco ha un impatto negativo sui vasi sanguigni che può portare a disfunzione erettile o peggiorare un problema esistente.

Secondo uno studio cinese, oltre il 22% dei casi di disfunzione erettile in Cina è dovuto al fumo.

D’altra parte, il fumo ha anche un impatto negativo sulla produzione di ossido nitrico, il gas sanguigno che svolge un ruolo cruciale come neuromediatore segnalando la necessità di inviare sangue al pene in caso di eccitazione sessuale.

Se provi a smettere, puoi usare la sigaretta elettronica, ma fai attenzione! Riduci gradualmente le dosi di nicotina fino a quando ne puoi fare a meno.

Anche quando non è bruciata come una sigaretta convenzionale, la nicotina ha un effetto deleterio sulle arterie. In effetti, è provato che la sola nicotina crea un fenomeno di infiammazione dei tessuti che può danneggiare in modo particolare i vasi sanguigni.

dimagrante
Il sovrappeso, in particolare il grasso addominale, ha un doppio effetto negativo sull’erezione.

Prima di tutto è un fattore aggravante delle malattie cardiovascolari e può quindi mettere in pericolo la qualità delle erezioni.

Ma soprattutto, il grasso corporeo in eccesso produce estrogeni, ormoni sessuali femminili che sostituiscono il testosterone e hanno un’azione “devilizzante”. Risultato: diminuzione della libido e disfunzione erettile più o meno importante.

Secondo uno studio pubblicato nel 2012, tra gli uomini in sovrappeso con pre-diabete, la perdita di peso ha permesso a metà dei partecipanti di riguadagnare i normali livelli di testosterone.

Fare sport
E per perdere peso, nessuna alternativa: mangiare di meno, meglio e fare sport. Questo è positivo perché l’attività fisica è anche riconosciuta scientificamente come un ottimo modo per migliorare la funzione sessuale negli uomini, non solo perché ti permette di perdere grasso.

Secondo uno studio che ha analizzato l’attività fisica e la qualità della vita sessuale di 300 uomini nel 2015, c’è un tasso di attività settimanale che promuove una migliore qualità delle erezioni e della sessualità in generale. (5)

Questa quantità di attività ideale corrisponde ogni settimana a:

2 ore di attività ad alta intensità (corsa, nuoto)
o

3,5 ore di esercizio a media intensità
o

6 ore di esercizio a intensità moderata (camminare, camminare)
Dormire
Tra i peggiori nemici del testosterone ce n’è uno che è poco conosciuto ma che è comunque devastante: mancanza di sonno.

Dormire regolarmente meno di otto ore a notte attacca l’ormone della virilità in tutti gli uomini anche i più giovani, a priori in possesso di tutti i loro mezzi.

Ad esempio, uno studio americano ha dimostrato gli effetti di una settimana di restrizione del sonno su studenti sani di 25 anni. I risultati sono sorprendenti: una settimana di privazione del sonno ha avuto lo stesso effetto sui livelli di testosterone di questi giovani adulti come se avessero avuto 10 o 15 anni. (6)

Infatti, il livello di testosterone diminuisce naturalmente dell’1% all’anno da 20 anni. Hanno perso dal 10 al 15% del loro testosterone sierico in meno di otto giorni, dormendo solo 5 ore a notte.

Dormire otto ore a notte è una delle più semplici e forse una delle più efficaci delle 5 azioni per curare l’impotenza in modo naturale.

Ridurre l’alcol
Un altro nemico del testosterone spesso sottostimato: consumo eccessivo di alcol. L’alcol promuove la trasformazione del testosterone in estrogeni.

Di tutte le droghe, sembra che l’alcol sia quello che ha più influenza sull’erezione. Come prova, i ricercatori spagnoli che hanno studiato l’impatto delle droghe sulla sessualità con ex tossicodipendenti di diverse sostanze hanno scoperto che l’alcol era la sostanza che ha avuto il maggiore impatto sulla capacità di reagire allo stimolo sessuale, vale a dire erezione. È anche, insieme all’eroina e alla cocaina, uno dei farmaci che complica maggiormente l’orgasmo.

In breve
A priori tutti questi suggerimenti sembrano di buon senso, ma si potrebbe pensare che siano un po ‘leggeri.

Tuttavia, ponendo la domanda, potresti capire che un deficit cronico del sonno, abusi regolari di alcol, fumo o sovrappeso sono potenzialmente la causa dei tuoi problemi di erezione. E se accumuli, non cercare oltre e inizia cambiando le cose e prova una di queste 5 azioni per curare l’impotenza in modo naturale, prima di andare a chiedere una prescrizione di pillole per l’erezione al tuo medico.

C'è un nuovo trattamento naturale al 100% e garantito al 100% che sta aiutando migliaia di persone in tutto il mondo a curare la loro disfunzione erettile, clicca qui e guarda il video

7 piante per trattare l’impotenza maschile

È possibile trattare la disfunzione erettile con la medicina naturale. Qui ci sono 7 piante per trattare l’impotenza maschile che abbiamo selezionato per i loro benefici per la salute sessuale, ma anche per la salute generale.

In che modo le piante trattano l’impotenza maschile?
Diversi fattori individuali o associati possono essere responsabili della disfunzione erettile. In particolare:

Scarsa circolazione sanguigna
Eliminare il testosterone
stress
Le piante sono fortunatamente grandi risorse per migliorare la fluidità del sangue e promuovere la flessibilità e la buona salute delle arterie. Sono anche utili per ripristinare i livelli di testosterone e combattere lo stress fisico e psicologico.

Alcuni addirittura accumulano tutti questi benefici. Ecco le 7 piante per trattare l’impotenza maschile per testare senza esitazione in caso di guasti regolari.

1- Eurycoma longifolia
È anche chiamato tonkat ali o ginseng dalla Malesia. I suoi effetti afrodisiaci sono abbastanza ben documentati negli animali, ed è provato che questa pianta aumenta la produzione di spermatozoi, ma agisce direttamente come un aiuto di erezione (1).

Infatti uno dei suoi ingredienti attivi ha la capacità di aumentare sia la durata dei rapporti sessuali (respinge l’eiaculazione) sia di migliorare la qualità delle erezioni.

Dosaggio: Di solito viene preso come un estratto 100: 1 e la quantità raccomandata sembra essere da 200 a 300 mg che corrisponde a 20-30 g di pianta essiccata.

2 – Ginkgo biloba
È il re della circolazione del sangue in TCM (medicina tradizionale cinese). Infatti, i medici occidentali lo prescrivono per tutti i tipi di disturbi venosi (vene varicose, emorroidi).

In generale, è stato dimostrato che il ginkgo biloba riduce l’aggregazione piastrinica, che favorisce, tra le altre cose, la placca ateromatosa. (2) È anche un potente antiossidante, che promuove la salute cardiovascolare.

Ancora meglio: il Ginkgo biloba promuove la produzione di ossido nitrico, un gas ematico essenziale per il rilassamento dei muscoli lisci che circondano le arterie. L’ossido nitrico è semplicemente il gas neurotrasmettitore dell’erezione.

E quindi in termini di benessere psichico essenziale per l’erezione, il ginkgo biloba non viene lasciato indietro poiché è provato che stimola la presenza di dopamina in certe aree del cervello in risposta alla stimolazione erotica. (3) In breve, aumenta il desiderio al momento giusto.

Dosaggio: Come negli studi clinici è possibile assumere da 120 a 240 mg al giorno di estratto standardizzato contenente flavonoidi al 24% e glicole glicolici e bilobalidi al 6%. Fai una cura di diversi mesi con pause di una settimana ogni 3 settimane. La cura del ginkgo dovrebbe durare diversi mesi per essere efficace, ma è meglio fare una pausa di una settimana ogni 3 settimane.

3 – curcuma
Questo rizoma produce una polvere gialla molto usata nella cucina indiana e particolarmente apprezzata dai dilettanti di medicina naturale.

Va detto che il suo principio attivo, la curcumina, è uno dei migliori antinfiammatori naturali, efficace come l’ibuprofene per il trattamento dell’osteoartrosi del ginocchio (4).

È anche un potente antiossidante, che spiega il suo effetto protettivo sulla sfera cardiovascolare. È quindi logicamente una pianta utile per curare l’impotenza maschile.

Infatti, in uno studio di 4 settimane, 80 mg di curcumina (400 mg di radice di curcuma) sono stati consumati dagli uomini su base giornaliera per 4 settimane. Di conseguenza, un aumento del 40% del loro livello di ossido nitrico nel sangue (5).

Sapendo che la produzione locale di ossido nitrico è essenziale per l’erezione, consumare la curcuma è la spinta più salutare

Dosaggio: 80 mg di curcumina come integratore alimentare biodisponibile o 4 g di curcuma accompagnata da olio e pepe o pepe per aumentarne la biodisponibilità.

4 – Aglio
Questa erba è popolare tra gli amanti del cibo mediterraneo ed è un ottimo tonico per la circolazione del sangue, oltre a contribuire a combattere le infezioni. Infatti, i suoi principi attivi, tra cui l’allicina, hanno la particolarità di combattere l’aterosclerosi riducendo l’ossidazione del colesterolo all’origine della placca ateromatosa.

È anche dimostrato che promuove il degrado di questa placca e riduce i depositi di calcare nelle arterie (6).

Dosaggio: 1 cialda al giorno almeno. Coloro che non tollerano il gusto (o il respiro) possono consumarlo come integratori.

5 – Tribulus terrestris
La radice del tribullus terrestris è stata usata nella medicina ayurvedica in India per secoli per migliorare la libido, la fertilità e l’erezione. La scienza moderna convalida questi vari usi e viene anche chiamata Viagra vegetale.

Infatti, in uno studio del 2012, la radice di tribulus consumata per 60 giorni da uomini con infertilità ha migliorato sia l’erezione che la frequenza dei rapporti, riducendo l’affaticamento. (7)

Secondo lo stesso studio, sembra che Tribulus abbia anche la proprietà di ritardare l’eiaculazione e migliorare la qualità dell’orgasmo.

Dosaggio: la dose efficace per migliorare la libido dovrebbe essere da 200 a 450 mg di estratto di saponina al 60%, equivalente a 6 g di radice essiccata.

6 – Ginseng
Il Ginseng ha la reputazione di una vera panacea: antiossidante, neuroprotettivo, antidepressivo, anti-fatica, anti-cancro, anabolizzante e adattogeno.

Contro l’impotenza viene scelto per le sue proprietà antistress (adattogeni) ma anche perché ha un impatto diretto sulla funzione erettile. Questo è quanto ha dimostrato uno studio coreano: assumere 2 g di panax di ginseng al giorno migliora la funzione erettile e la soddisfazione sessuale negli uomini che soffrono di impotenza. (8)

In termini di facilitazione del passaggio del sangue nel corpo cavernoso del pene, il ginseng può anche reclamare il suo effetto positivo in termini di salute arteriosa. È stato anche dimostrato di migliorare il flusso sanguigno negli uomini che hanno avuto un attacco di cuore. (9)

Dosaggio: da 2 a 3 g al giorno sembrano efficaci. È meglio rendere le cure un mese rinnovabili ma intervallate da pause.

7 – Maca
La Maca è un tubero della famiglia dei broccoli che cresce nelle Ande. Utilizzato dalle popolazioni locali per secoli per le sue proprietà adattogene e afrodisiache, è stato anche scientificamente provato.

Anti-fatica, aiuta a combattere lo stress cronico e può essere questo aspetto adattogeno che lo spiega. La Maca aumenta significativamente la qualità delle erezioni negli uomini con disfunzione erettile moderata. (10)

Ha anche un effetto potente nelle donne che soffrono di bassa libido psicologica quindi non esitate a consumarne due.

Dosaggio: da 1,5 a 3 g al giorno può essere consumato, sotto forma di polvere di maca organica originale verificata da aggiungere a frullati o yogurt.

Fare sport aumenta il testosterone e la fertilità?

L’attività fisica apporta molti benefici per la salute. Ma spesso dimentichiamo che è essenziale la virilità, la libido e persino la fertilità. Ecco perché fare sport aumenta il testosterone e la fertilità:

Perché il testosterone e la fertilità sono in declino
Il deficit di testosterone, noto anche come ipogonadismo, è direttamente responsabile della riduzione del desiderio sessuale e dell’infertilità maschile.

Ma è anche associato ad un aumentato rischio di sindrome metabolica, diabete e osteoporosi.

In realtà, i tempi moderni hanno visto la comparsa dei due più grandi nemici del testosterone e della virilità:

L’accumulo di interferenti endocrini nell’ambiente
Cibo spazzatura e quindi l’aumento del sovrappeso negli uomini
In realtà, gli interferenti endocrini sono ormoni sintetici rilasciati nell’ambiente che imitano la maggior parte degli ormoni femminili. Sono chiamati xeno-estrogeni.

Sono particolarmente pericolosi per la fertilità del feto e dei giovani ragazzi.

Il sovrappeso è direttamente responsabile di un calo del testosterone perché il grasso corporeo produce un enzima chiamato aromatasi, che trasforma il testosterone libero in estrogeno.

Dobbiamo combattere su entrambi i fronti per trovare livelli di testosterone sani:

 

Il mio indirizzo email
Sto prendendo!
Evitare fonti di interferenti endocrini.
Perdere grasso corporeo possibilmente in eccesso.
Sì, lo sport è un ottimo modo per perdere grasso corporeo. Ma anche in coloro che non hanno il grasso in eccesso, gli sport possono aumentare la fertilità e il testosterone.

Ecco perché fare sport aumenta il testosterone e la fertilità?

Lo sport aiuta a combattere lo stress
In effetti, lo stress degrada la qualità degli spermatozoi come dimostrato da uno studio del 2014.

Sembra che lo stress psicologico influenzi la qualità, l’aspetto dello sperma e la sua capacità di fertilizzare un uovo.

I produttori sembrano essere gli ormoni steroidei legati allo stress glucocorticoidi, il più famoso dei quali è il cortisolo.

Fortunatamente, lo sport e l’attività fisica in generale, hanno la capacità di ridurre i livelli di cortisolo, così come il trattamento antidepressivo convenzionale. Questa è in ogni caso la conclusione di uno studio condotto in Svizzera nello stesso anno.

Lo sport aumenta la produzione di sperma
Uno studio pubblicato sul British Journal of Sports Medicine ha evidenziato l’azione positiva dell’attività sportiva rispetto alla quantità di spermatozoi sedentari e alla concentrazione negli spermatozoi. C’è anche il 48% in più di produzione di sperma tra gli uomini più attivi!

Gli sport più efficaci per la virilità e la fertilità sono, secondo questi ricercatori, culturismo e sport all’aria aperta.

L’effetto positivo degli sport all’aria aperta è dovuto all’attività fisica dell’associazione / esposizione alla luce solare che promuove la produzione di vitamina D, una vitamina essenziale per la virilità, tra gli altri.

L’unico sport veramente scoraggiato, specialmente per la fertilità, è il ciclismo.

È la caratteristica meccanica della bici che influisce sulla produzione di sperma imponendo una pressione non molto apprezzata dai testicoli.

Ma ci sono pericoli per il sovrallenamento
Ma nello sport come altrove, l’eccesso non è mai buono.

Sì, fare sport aumenta il testosterone e la fertilità, sì, la mancanza di sport abbassa i livelli di testosterone e spermatozoi.

Ma gli eccessi sportivi possono avere esattamente gli stessi effetti negativi.

Da un lato perché chi si allena troppo e troppo spesso per asciugarsi può ritrovarsi con una massa grassa troppo bassa.

Oro sotto l’8% di grasso corporeo, il corpo non ha più abbastanza testosterone libero.

Diversi studi hanno evidenziato gli altri pericoli degli sport in eccesso per la fertilità e il testosterone:

Uno studio spagnolo ha mostrato che i ciclisti sovrallenati (dopo 3 settimane di tour) hanno registrato un calo del 50% del loro numero di spermatozoi. (4)

Un altro studio ha dimostrato che in caso di sovrallenamento si verificava una significativa diminuzione del testosterone e un picco ormone dello stress, il cortisolo. Questi problemi possono durare per settimane se il sovrallenamento persiste.

Per evitare il sovrallenamento, non fare sport intensivi tutti i giorni. Andare a sollevare la ghisa 3 volte a settimana è perfetto. Ogni giorno è troppo.

Ed è anche vero per la corsa o il ciclismo. Fai delle pause per evitare di esaurire le tue ghiandole endocrine, quelle che producono il nostro prezioso testosterone

7 piante che aumentano il testosterone negli uomini

Scopri 7 piante con effetti riconosciuti sugli ormoni sessuali maschili. Queste piante che aumentano il testosterone negli esseri umani hanno una cosa in comune: funzionano solo se ne hai bisogno.

Perché aumentare il tuo testosterone?
Il testosterone è il principale ormone sessuale maschile. Realizzato principalmente nei testicoli, determina le caratteristiche sessuali secondarie (capelli, voce profonda, mascella larga) e favorisce la libido, la fertilità, ma anche l’aggressività e la condotta pericolosa.

Naturalmente i livelli di testosterone sono più alti intorno ai 20 anni (questo lo spiega) e diminuiscono dell’1% all’anno in seguito.

E poi le cattive abitudini e l’inquinamento fanno il resto. Di conseguenza, dall’età di 40 anni, il rischio di avere livelli di testosterone al di sotto del normale è significativamente più alto rispetto a 20 anni.

In effeti :

Uno stile di vita sedentario e cibo spazzatura aumenta il rischio di avere troppo basso testosterone
I perturbatori endocrini intorno a noi abbassano i livelli di testosterone a tutte le età.
Il consumo regolare ed eccessivo di alcol riduce delicatamente il testosterone.
Il sovra-allenamento sportivo spesso porta a livelli inferiori di testosterone.
La mancanza di sonno che è una vera epidemia del 21 ° secolo influisce direttamente sui livelli degli ormoni maschili.
In che modo le piante aumentano il testosterone
Attenzione: nessun supplemento avrà un impatto reale se i livelli di testosterone sono buoni.

Prima di assumere erbe che stimolano il testosterone, devi prima testare i tuoi ormoni per ottenere livelli di testosterone gratuiti.

Diversi meccanismi d’azione consentono di aumentare il testosterone:

ebook cibi afrodisiaci – m
10 APPHRODISIAS POTENTE
Il nostro ebook essenziale è ora disponibile durante il tempo limitato GRATIS

Inserisci il tuo indirizzo email principale qui sotto per ricevere questo ebook essenziale in 2 minuti!

Il mio indirizzo email
Sto prendendo!
Alcune molecole aumentano direttamente la produzione di ormoni colpendo l’ipotalamo oi testicoli.
Altri lottano contro la trasformazione del testosterone libero in estrogeni o diidrotestosterone. Di solito sono chiamati inibitori dell’aromatasi
Anche se sono piante, il loro effetto può essere potente e dovresti sempre usarle ciclicamente o come cura diverse volte all’anno.

Ecco la nostra selezione di 7 piante che aumentano il testosterone negli uomini:

Ashwagandha
L’Ashwagandha è una pianta tradizionalmente utilizzata dalla medicina ayurvedica indiana. È un adattogeno, cioè un anti-stress, noto per il suo effetto sulla libido maschile e sulla vitalità nel suo complesso.

Infatti, è dimostrato che ha un impatto sui livelli di testosterone con un possibile aumento del 15%. In ogni caso è il risultato di numerosi studi condotti sul ratto poi sull’uomo.

Quindi, secondo gli studi,  l’ashwagandha aumenta il testosterone nei soggetti diabetici e migliora anche la qualità dello sperma negli uomini infertili.

Erbaccia di capra cornea
Si chiama anche epimede, ma il suo nome inglese ‘horny goat weed’ è molto più eloquente. Utilizzato ampiamente nella medicina tradizionale cinese per le sue virtù pro libido, il suo principio attivo, l’icariina avrebbe infatti dimostrato la sua capacità di migliorare la produzione di testosterone, anche nei ratti chimicamente castrati.

Coleus forskohlii
Si dice che questa pianta usata nella medicina tradizionale ayurvedica aiuti la perdita di peso negli uomini e migliori i livelli di testosterone. Il suo principio attivo, la forskolina, è usato nell’industria farmaceutica.

In uno studio in doppio cieco pubblicato sulla rivista Obesity, il Coleus Forskohlii è stato somministrato a uomini in sovrappeso per 12 mesi. Di conseguenza, i ricercatori hanno trovato un miglioramento nella composizione corporea, incluso un aumento della massa ossea, ma anche un aumento dei livelli di testosterone.

zenzero
Di solito lo associamo alla cucina afrodisiaca e non è per niente. Oltre al suo sapore molto stimolante e piccante, diversi studi sui ratti hanno dimostrato la capacità di questo rizoma di aumentare i livelli di testosterone. Poco conosciuto, è nel campo della sterilità maschile che è più efficace negli studi scientifici.

Secondo uno studio del 2012, lo zenzero ha la capacità di aumentare il testosterone (17%) ma anche gli ormoni sessuali luteinizzanti (43%) e FSH (17%), entrambi legati alla fertilità. Migliorerebbe anche la mobilità, la vitalità e la morfologia dello sperma, oltre ad aumentare il volume dell’eiaculazione. (5)

Lo zenzero avrebbe anche la capacità di riparare i danni ambientali ai testicoli.

Per quanto riguarda l’aumento dei livelli di testosterone, sembra che 10-15 g di zenzero al giorno possano avere un impatto reale.

Cordyceps
Questo fungo è molto popolare per le sue proprietà anti-invecchiamento nella medicina tradizionale cinese. Sembra che abbia anche proprietà regolatrici della produzione di testosterone.

Ad esempio, uno studio del 2008 ha dimostrato che il cordyceps ha aumentato la sintesi del testosterone nei ratti dopo 6 settimane di integrazione.

Detto questo, come molte altre piante, sembra che il cordyceps abbia un ruolo leggermente adattogeno: regolerebbe la produzione di testosterone (più o meno come necessario) piuttosto che aumentarlo ‘ciecamente’.

ginseng
Questa pianta stellare della medicina tradizionale cinese ha una lunga reputazione di afrodisiaco. E per una buona ragione! I suoi principi attivi, i ginsenosidi, sembrano avere un impatto sull’asse dell’ipotalamo, sui testicoli, sulla ghiandola pituitaria. Questo asse è fondamentale per la produzione di testosterone e spermatozoi.

In uno studio sull’effetto del ginseng sugli uomini con problemi di fertilità, l’assunzione di ginseng ha aumentato i loro livelli di testosterone libero nel sangue, oltre a migliorare la qualità del loro sperma . (7)

Basella alba
È anche chiamato spinaci indiani perché è usato nella cucina indiana. È tradizionalmente usato associato all’ibisco macrantus per migliorare la fertilità. Si consuma fresco come vegetale o in polvere secca.

Ma è sotto forma di estratto metanolico che questa pianta poco conosciuta sembra avere un significativo effetto di richiamo del testosterone.

In effetti, in uno studio sui ratti, questo estratto ha raddoppiato la produzione di testosterone in soggetti in 1 o 2 mesi. (8)

Avvertenza: non prendere molte di queste erbe che aumentano il testosterone allo stesso tempo e considerare di fare pause di almeno 7 giorni tra due cicli fino a 30 giorni.

Lo sport aiuta la libido?

Tra quelli che dicono che devi muoverti per risvegliare la tua libido e quelli che dicono che lo sport esaurisce il desiderio, non sappiamo a chi rivolgersi. Quindi, lo sport aiuta la libido o è piatto? Come sempre, si tratta di dosaggio.

Quando lo sport aumenta il desiderio
Sì, come ci si potrebbe aspettare, per essere al top della propria salute sessuale, è meglio spostare il proprio corpo all’aria aperta che stare seduti davanti alla TV, anche di fronte a film caldi.

Numerosi studi hanno quindi dimostrato i benefici dello sport sulla libido. Attraverso l’aumento del testosterone.

Il testosterone è l’ormone sessuale maschile. Ha un impatto sulla fertilità, la forza fisica e il desiderio. Una goccia di testosterone è quindi una cattiva notizia per la libido.

Ad esempio, uno studio condotto in India nel 2014 su studenti di medicina ha dimostrato l’effetto positivo dello sport sui livelli di testosterone nei giovani uomini. (1)

Gli studenti sono stati sottoposti a una disciplina specifica: ogni giorno hanno avuto 15 minuti di esercizio ad alta intensità per raggiungere 125-150 battiti al minuto.

Dopo una settimana, dopo aver preso il sangue, i loro livelli di testosterone erano scesi leggermente. Ma dopo 12 settimane a questo ritmo, senza dubbio: il loro livello di testosterone era più alto rispetto a prima di iniziare lo sport.

Sovrappeso? Il doppio effetto pro-libido dello sport
E l’effetto positivo dello sport non è limitato a uomini giovani e sani, al contrario!

Negli uomini in sovrappeso e obesi, il testosterone è spesso ridotto. Infatti, il grasso corporeo produce un enzima, l’aromatasi, che converte il testosterone in estrogeni, gli ormoni sessuali femminili.

Ma la naturale riduzione del testosterone nell’uomo è anche un fattore di aumento di peso e una causa di obesità. Infatti, la perdita di testosterone è accompagnata da una perdita di massa muscolare e affaticamento che limitano effettivamente l’attività fisica e favoriscono l’aumento di peso.

Uno studio del 2016 ha rilevato che lo sport aumenta il testosterone negli uomini in sovrappeso, indipendentemente dalla perdita di grasso.

Il team di ricerca ha confrontato 16 uomini di peso normale con 28 uomini in sovrappeso o obesi. Nessuno aveva una pratica sportiva regolare. All’inizio, gli uomini in sovrappeso avevano un livello di testosterone libero (disponibile) significativamente più basso rispetto a quello degli uomini normopeso.

Durante lo studio, tutti i partecipanti hanno avuto un programma di attività composto da 40 a 60 minuti a piedi o fare jogging da una a tre volte a settimana. Alla fine dello studio di 12 settimane, sono stati misurati i livelli di testosterone.

Sebbene i loro livelli di testosterone siano rimasti al di sotto della media, gli uomini in sovrappeso hanno registrato un aumento significativo. D’altra parte, quella di uomini il cui livello di testosterone era normale non era modificato da questa attività fisica moderata.

Nota: l’effetto stimolante del testosterone era particolarmente evidente negli uomini che avevano intensa attività fisica. In breve, per aumentare il testosterone, è meglio far battere il cuore un po ‘più velocemente.

Sport e testosterone negli uomini maturi
Lo sport aiuta la libido a tutte le età? Ebbene si!

Ancora una volta, l’effetto positivo dello sport sulla libido non è limitato al giovane, sovrappeso o meno.

Un altro studio pubblicato nel 2017 ha dimostrato l’effetto dello sport su uomini sedentari di oltre 62 anni.

È proprio l’HIIT o l’allenamento frazionario ad alta intensità, che ha dimostrato la sua validità in questo caso. (2)

L’effetto antidepressivo dello sport
Un altro effetto positivo dello sport sulla libido, specialmente tra gli uomini più anziani che hanno maggiori probabilità di soffrire di depressione: lo sport ha un effetto antidepressivo riconosciuto (3).

In particolare, agisce sulla capacità del cervello di assorbire la serotonina e riduce l’attività del cortisolo, l’ormone dello stress. L’attività fisica impedisce anche la morte di alcune cellule nell’ippocampo, spesso riscontrate in casi di depressione.

Combattendo la depressione, una delle principali cause di perdita della libido, lo sport è un ottimo modo per preservare la tua sessualità a tutte le età.

Quando gli abusi sportivi danneggiano la libido
Sì, è tutto basato sulla misurazione. Certamente la pratica regolare dell’attività fisica ha tutto per aiutare a rilanciare una libido difettosa. Ma al contrario, l’abuso di allenamento abbassa il testosterone, e quindi logicamente, il desiderio sessuale.

È uno studio pubblicato a luglio 2017 che lo conferma (4). I ricercatori hanno utilizzato un questionario online per uomini in buona salute. Le domande poste sulle abitudini sportive di questi uomini e sullo stato della loro libido.

Hanno studiato tre parametri: la durata dell’allenamento sportivo svolto, il grado di intensità di questi allenamenti e la nota che si sono dati alla loro libido.

Il risultato è chiaro: la pratica regolare dell’addestramento di resistenza ad alta intensità e lunga durata è associata ad un basso punteggio di libido negli uomini studiati.

Anche qui, è l’effetto dello sport sul testosterone che è in questione.

Infatti, dove il testosterone è piuttosto potenziato dalla pratica ragionevole dello sport, sembra essere significativamente ridotto quando l’allenamento è eccessivo.

Gli sport che hanno l’effetto di seccare il corpo sono particolarmente a rischio: certamente il grasso corporeo in eccesso trasforma il testosterone in estrogeno, ma attenzione, una carenza di grasso può impedire al corpo di produrre abbastanza testosterone. Sotto l’8% del grasso corporeo, la virilità è in pericolo.

Il giusto mix
Sì, lo sport aiuta la libido: fare 2 o 3 volte alla settimana di bodybuilding, jogging o HIIT in un modo ragionevole aiuta effettivamente a mantenere i livelli di testosterone e quindi una libido al top.

Ma entrare in una maratona, come Ironman, o fare body building ogni giorno per competere con Mr Universe potrebbe avere un impatto molto negativo sulla libido.

7 soluzioni naturali per la disfunzione erettile

La disfunzione erettile o la disfunzione erettile, sia di origine psicologica che fisiologica, possono essere regolate con altri mezzi rispetto alle pillole di associazione e alle terapie a lungo termine.

Prima di intraprendere un lungo protocollo medico con esito incerto, controlla di aver provato tutto, iniziando dalle nostre 7 soluzioni naturali per la disfunzione erettile.

Queste soluzioni affrontano le due principali cause della disfunzione erettile: mancanza di testosterone e problemi di circolazione del sangue nel pene.

1 – Perdere peso
L’eccesso di grasso corporeo è un terribile nemico della virilità. E non solo perché mina la tua autostima e riduce le tue possibilità di sedurre le donne.

Infatti, è soprattutto perché il grasso, in particolare il grasso addominale che circonda i tuoi organi, rilascia una sostanza che trasforma gli ormoni maschili in ormoni femminili: l’aromatasi.

La cosa peggiore è che la trasformazione del testosterone in estrogeni aumenta con l’età e il sovrappeso. Oltre i 40 anni, dovresti prestare attenzione alla tua linea.

Per combattere contro la femminilizzazione, trovare i normali livelli di testosterone, i segni di virilità intatti, fare tutto il necessario per perdere peso, in particolare il grasso viscerale.

2 – Smetti di fumare
Il tabacco e la cannabis se fumati, hanno entrambi un impatto molto dannoso sulla salute cardiovascolare, specialmente sulle arterie. Ecco perché è scritto sui pacchetti di sigarette che rendono il tabacco impotente.

Perché fumare riduce il diametro delle arterie e irrigidisce le loro pareti. È anche dimostrato che fumare più di 1 confezione al giorno aumenta il rischio di disfunzione erettile del 60%.

E se sei un “piccolo fumatore”, sappi che anche 10 sigarette al giorno hanno il 16% di rischio di disfunzione erettile e altro.

La cannabis, oltre al suo effetto nocivo sulle arterie quando viene fumata, ha un effetto psicotropico negativo sull’erezione quando viene consumata troppo frequentemente. Questo effetto della cannabis è stato dimostrato da uno studio condotto nel 2014. (1)

Quando si usa solo la nicotina come sostituto sotto forma di gomme, cerotti e sigarette elettroniche, meglio se ne sbarazzi il più rapidamente possibile. Anche isolato dalla combustione e dal monossido di carbonio, così tossico, ha comunque un impatto negativo sulla condizione delle arterie.

3 – Bevi un frullato rosso
La barbabietola è una grande fonte di nitrati che vengono trasformati in ossido nitrico sotto l’effetto della saliva. Ora l’ossido nitrico, o NO, è un gas ematico essenziale per il fenomeno dell’erezione.

Questo è il motivo per cui è possibile che la tua difficoltà nell’ottenere un’erezione sia semplicemente dovuta alla mancanza di nutrienti precursori dell’ossido nitrico.

La L-citrullina fa anche parte di questi amminoacidi essenziali per l’erezione. È presente in grandi quantità nell’anguria.

Quindi, se ti piacciono i cocktail fruttati di Dracula, opta per un frullato di barbabietola rossa a colazione. E se preferisci mantenere l’effetto di questo viagra naturale per la sera, bevilo piuttosto come aperitivo.

4 – Mangia le ostriche
Non troverai cibo o integratore alimentare ricco di zinco come una semplice ostrica, una delle soluzioni naturali più deliziose per la disfunzione erettile e la fertilità. Perché lo zinco è un nutriente essenziale per la produzione di testosterone e sperma.

E ‘stato scientificamente provato che negli uomini che soffrono di infertilità a causa della mancanza di testosterone, il consumo di zinco aumenta la produzione di spermatozoi sani. (2)

Se sei uno sportivo normale o se fai molto sudare molto, sii particolarmente attento a consumare abbastanza zinco. In effetti, questo minerale essenziale viene eliminato dal sudore.

5 – Dormi di più
Se tutti sapessero l’impatto della mancanza di sonno sul testosterone, nessun altro uomo legherebbe le notti insonni alla fine della settimana.

Infatti, la mancanza di sonno anche una notte abbassa i livelli di testosterone la mattina successiva.

Qualche ulteriore prova che la mancanza di sonno è davvero un nemico intimo della virilità? Un debito di sonno di 30 minuti ogni giorno aumenta il rischio di diventare obesi! E così per vedere il suo testosterone convertito in estrogeno (3).

Difficile trovare soluzioni naturali per la disfunzione erettile più semplice ed economica, ma è necessario dormire bene! È qui che entra in gioco la soluzione numero 6.

6 – Sii zen
Sai cosa sta causando la maggior parte dei problemi sessuali, sia per gli uomini che per le donne?

Stress e superlavoro

Mentre dormire è importante, ma per avere un buon sonno, devi essere in grado di controllare lo stress.

Problemi con soldi, relazioni familiari, o semplicemente essere oberati di lavoro o in conflitto con i colleghi sono tutti fattori di stress che sono difficili da gestire con un semplice scatto.

Se non riesci ad eliminare le fonti di stress, cerca almeno di ridurre l’impatto.

Per combattere lo stress ed essere zen in tutte le condizioni, due soluzioni:

Lavora su te stesso:
Yoga, meditazione, massaggi, agopunzioni … così tante tecniche che possono aiutarti a vivere meglio con lo stress.

Prendi adaptogens:
Le piante adattogene hanno la capacità di aiutare l’organismo ad adattarsi e superare lo stress. Ashwaghanda e ginseng sono due piante adattogene particolarmente adatte per gli uomini la cui erezione sta venendo meno a causa di una libido a mezz’asta. Sono tra le migliori soluzioni naturali per la disfunzione erettile.

7 – Prendi il sole (o vitamina D)
La depressione stagionale che colpisce in inverno e attacca il morale, la motivazione e la virilità è solitamente dovuta alla mancanza di vitamina D.

Questa vitamina è essenziale in molti modi perché supporta il sistema immunitario, la salute delle ossa, la salute mentale e, naturalmente, la salute sessuale. È sintetizzato attraverso la pelle, sotto l’effetto diretto dei raggi UV.

Ma mentre passiamo sempre meno tempo fuori, è comune soffrire un signore della vitamina D nel cuore dei mesi invernali, quando le riserve dell’estate sono esaurite.

È anche dimostrato che gli uomini che hanno bassi livelli di testosterone vedranno aumentare i livelli di testosterone se assumono vitamina D (4).

In sintesi
Capirai, per trovare erezioni soddisfacenti, devi soprattutto cambiare il tuo stile di vita. Quindi pensa a:

Supporta il corretto funzionamento del tuo corpo e dei tuoi organi sessuali attraverso l’integrazione con sostanze nutritive essenziali.
Tratta il tuo sonno e lotta attivamente contro lo stress.
Fermare le abitudini tossiche che danneggiano il sistema cardiovascolare.

Perdere la pancia negli uomini per migliorare le loro prestazioni sessuali

Ecco perché il grasso della pancia è uno dei peggiori nemici della libido ed erezione, e come perdere pancia per migliorare le loro prestazioni sessuali.

Perché avere una grande pancia è pericoloso
Pancia di birra, pancia del camionista, pancia grande, pancia, pancia corta e prominente.

Dietro tutti questi nomi, una realtà scientifica: la sindrome metabolica.

Un ventre prominente è infatti il ​​sintomo più visibile di una malattia della civiltà che colpisce molti uomini, giovani e più giovani. Infatti, oltre il 30% degli adulti americani sarebbe già stato colpito!

Esiste il rischio di avere la sindrome metabolica se almeno tre dei seguenti fattori di rischio sono combinati (1):

Una misura della vita superiore a 102 cm (per gli uomini)
ipertensione
Alti livelli di trigliceridi
Colesterolo troppo cattivo e colesterolo buono non sufficiente
Glucosio ad alta digiuno
Insulino-resistenza
Di tutti questi segni clinici, il più evidente è probabilmente la grande pancia, causata in questo caso da un accumulo di grasso attorno agli organi interni.

Il killer silenzioso degli anni ’70 era l’ipertensione, oggi è la sindrome metabolica. Ha almeno il vantaggio di essere abbastanza visibile.

La sindrome metabolica aumenta il rischio di:

morte prematura
cancro al fegato
apnea del sonno
e ovviamente

disfunzione erettile
Grande pancia e disfunzione erettile: lo studio
Fu durante uno studio condotto da un’università turca nel 2006, (2) che il legame tra disfunzione erettile e la sindrome metabolica è stata ampiamente stabilita.

Il 33% dei 268 partecipanti ha avuto sintomi diversi che li hanno fatti rientrare nella categoria della sindrome metabolica.

In questo gruppo, più di tre quarti (74%) presentavano una disfunzione erettile, rispetto alla metà del gruppo di controllo.

Lo studio ha anche dimostrato che tra i sintomi della sindrome metabolica, quelli che erano più propensi a creare disfunzione erettile erano:

La vita
Ipertensione arteriosa
Glicemia a digiuno.
Il più importante di questi fattori di rischio per l’impotenza rimane per i ricercatori la circonferenza della vita anormalmente alta. Tanto che raccomandano uno screening sistematico della disfunzione erettile da parte degli operatori sanitari in caso di pancia prominente.

Perché perdere la pancia per migliorare le prestazioni sessuali?
Perché avere un grasso viscerale in eccesso mina la virilità e aumenta il rischio di avere una disfunzione erettile?

Semplicemente perché il grasso viscerale è direttamente responsabile della riduzione della disponibilità di testosterone, l’ormone della virilità.

Peggio: il grasso addominale trasforma il tuo testosterone in ormoni sessuali femminili, cioè gli estrogeni.

Questo è un fenomeno molto naturale e persino indispensabile chiamato aromatizzazione.

Aromatasi è un enzima che cattura una porzione del testosterone libero utilizzato dal corpo per la virilità, e la trasforma in estrogeni.

Normalmente questo non è un problema perché anche gli uomini hanno bisogno di piccole quantità di ormoni sessuali femminili.

Il problema è quando l’aromatasi viene prodotta troppo. Esiste il rischio di perdita di virilità, o addirittura femminilizzazione, con comparsa del seno.

Qual è la relazione con il grasso della pancia? Ebbene questo è il livello delle cellule adipose, vale a dire che il grasso che circonda gli organi, ciò aromatasi prodotta in eccesso.

Più grasso hai sullo stomaco, più aromatasi produci e meno testosterone libero hai nel sangue. QED.

Perdere la pancia per trovare erezioni soddisfacenti
Per perdere la pancia devi perdere peso in generale e per questo, nessun mistero deve consumare meno calorie di quelle bruciate. Non è necessario digiunare per diversi giorni o praticare sport intensivamente.

L’eccesso metterebbe il tuo corpo alla prova per un risultato deludente.

Per perdere la pancia in modo efficace ea lungo termine è necessario:

Dieta ricca di olio d’oliva del Mediterraneo o dadi: è stato dimostrato che una tale dieta può la sindrome metabolica “cura” (3)
Fai sport 20 minuti al giorno (dalle camminate al fitness HIIT)
Rimuovere zucchero, bibite, dolci, biscotti e prodotti dolci industriali
Evitare l’aspartame (è stato dimostrato che interrompe il meccanismo di un enzima che previene la sindrome metabolica) (4)
Ridurre drasticamente l’assunzione di cibo GI alto
Aumenta il consumo di verdure verdi (1/2 della piastra)
Consumare proteine ​​quotidianamente per favorire la massa muscolare brucia i grassi

Pro libido e anti-grasso aiutanti
Questi 3 supportano il corpo nella lotta contro l’aromatizzazione e contro il grasso in eccesso:

Melograno: ricco di composti anti-aromatasi (5)
Avocado: è dimostrato che aiuta a combattere la sindrome metabolica (6)
Vitamina D: la carenza di vitamina D ha dimostrato di aumentare il rischio di sindrome metabolica (7) interrompendo la flora intestinale! Prendendo gocce di vitamina D si ripristina la flora intestinale che combatte contro il grasso della pancia.
E ricorda: perdere peso e quindi grasso viscerale, migliorerai anche altri fattori di rischio di impotenza che sono ipertensione e insulino-resistenza.

4 ricette per aumentare il testosterone

Fatica, depressione, libido addolcita e forza muscolare a mezz’asta? La mancanza di testosterone può essere coinvolta. Segui i nostri consigli per riconquistare la tua virilità mettendo in pratica queste 4 ricette per aumentare il testosterone.

Perché il testosterone è in calo?
Fino a 30 anni il testosterone viene prodotto in quantità massima ed è raro che manchi prima di questa età, tranne in casi particolari di testosterone basso nell’uomo per ragioni mediche.

D’altra parte dall’età di 40 anni, i tassi diminuiscono più o meno e diventa importante preservare in particolare la quantità di testosterone libero nel sangue.

Più del 90% del testosterone circolante è effettivamente intrappolato da una proteina, la globulina legante l’ormone sessuale (SHBG). È il resto, chiamato testosterone libero, che è l’unico che può essere usato dal corpo.

Ma più o meno di questo testosterone viene anche convertito in estrogeno (ormoni femminili) durante un processo chiamato aromatizzazione (a causa dell’enzima responsabile, aromatasi).

Infine, il testosterone libero può anche essere trasformato in DHT (diidrotestosterone), responsabile della calvizie e del cancro alla prostata.

Il basso livello di testosterone nell’uomo corrisponde ad un esame del sangue con meno di 0,6 ng / ml di testosterone libero.

È quindi necessario promuovere la produzione di testosterone da parte dell’organismo, aumentare i livelli di testosterone libero e combattere l’aromatizzazione e la trasformazione in DHT.

Ricetta n. 1: mettere il testosterone sul piatto
Le migliori ricette per aumentare il testosterone sono le ricette di cucina. Porta sempre i seguenti alimenti nel frigorifero o nell’armadietto per assicurarti che il tuo corpo abbia abbastanza per produrre il tuo prezioso ormone maschile.

ostriche
È il cibo più ricco di zinco. Lo zinco combatte la trasformazione del testosterone in estrogeno e DHT. Negli uomini con testosterone sterile o basso, l’assunzione di zinco può ripristinare i livelli normali e migliorare la fertilità. (1)

fieno greco
Questa spezia indiana è considerata afrodisiaco, e giustamente. Il consumo regolare aumenterebbe effettivamente i livelli di testosterone libero.

Uova biologiche
Sono ricchi di colesterolo e contengono anche Omega 3 e vitamina D, tutti elementi essenziali per la produzione di testosterone.

Frattaglie rosse (fegato, cuore, reni)
Sono ricchi di colesterolo e vitamina B6, molto importanti per la produzione di testosterone.

Cioccolato fondente
mandorle
Questi due contengono magnesio, associato a buoni livelli di testosterone. Un buon cioccolato con il 90% di cacao e alcune mandorle fanno uno spuntino pro-testosterone, e buono per il morale.

Noci del Brasile
In combinazione con lo zinco, il selenio è essenziale per il testosterone. (1) È un elemento oligo piuttosto raro ma particolarmente concentrato nel noce del Brasile. Solo uno di questi dadi ti offre tutto il selenio di cui hai bisogno per un giorno.

germogli
Le verdure della famiglia delle crucifere sono caricate con DIM (diindolymethane), un nutriente che regola la produzione di estrogeni.

granata
È un frutto con molte virtù, compresa la lotta contro l’aromatizzazione del testosterone e la sua trasformazione in estrogeno (2).

La ricetta n. 2 perde peso
Il tuo testosterone è a rischio in caso di sovrappeso, cioè se il tuo indice di massa corporea (BMI) è uguale o superiore a 25 (3).

Infatti, sono le cellule adipose (adipociti) che rendono l’aromatasi responsabile della trasformazione del testosterone in estrogeno. (4)

Ma attenzione, questa raccomandazione è valida solo nei casi di sovrappeso provato, perché sotto l’8% di grasso corporeo il corpo non produce abbastanza testosterone.

Perdere peso, sì, ma delicatamente e in una certa misura.

Il modo migliore per perdere peso senza indebolire i muscoli è consumare il 20% di proteine, il 40% di grassi buoni e il 20% di carboidrati a basso indice glicemico (riso integrale, patate dolci.

Comunque devi essere più radicale sullo zucchero e mangiare il meno possibile: ci sono prove che lo zucchero abbassa naturalmente i livelli di testosterone subito dopo l’ingestione.

Eliminare tutti gli alimenti industriali zuccherini e essere sensibile con i frutti ti aiuterà immediatamente:

perdere peso senza complicare la vita
per aumentare i livelli di testosterone
Ricetta n. 3: prendi la posa
Le pose di potere, cioè le posizioni virili e prepotenti hanno un impatto benefico sulla psiche, ripristinano la fiducia in se stessi e svegliano il maschio alfa che giace dormiente in noi. Ma non solo!

Ci sono prove che le posizioni di potenza hanno un reale effetto sulla produzione di testosterone. (5)

Ci vorrebbero 2 minuti di postura di dominazione per aumentare del 20% i suoi livelli di testosterone nel sangue e abbassare i livelli di cortisolo (l’ormone dello stress) nel passo.

La più classica potenza pone:

superuomo
Piedi sulle mani della scrivania dietro la testa
Pugni in piedi sulla scrivania, gambe divaricate
Postura X (braccia sollevate, gambe divaricate)
Di tutte le ricette per aumentare il testosterone questo è forse il più veloce e semplice, ma probabilmente non il meno efficace. Non costa nulla prendere la posizione di un superman davanti alla sua macchina da caffè ogni mattina mentre aspetta il suo caffè, giusto?

Ricetta n. 4: fai l’amore
Chi dall’uovo o dalla gallina? Conosci il problema. È stato a lungo pensato che la mancanza di testosterone riduce il desiderio sessuale, ma può essere più complicato di quello, o viceversa. Cosa succede se il sesso si consuma solo se non lo usiamo? Uno studio australiano sull’attività sessuale degli uomini più anziani ha dimostrato che i livelli di testosterone spesso diminuiscono a causa dell’astinenza prolungata, e non viceversa. (6)

Se hai un partner molto motivato, lascia che mantengano i tuoi livelli di testosterone regolarmente.

Se sei da solo, non lasciare che la macchina si arrugginisca e ti dia sessioni di masturbazione molto regolari, con la stessa diligenza che avresti se dovessi fare un esercizio di fitness.

Tranne se hai una storia di dipendenza sessuale o dipendenza dalla pornografia, questo può solo farti del bene.

Segui queste 4 ricette per aumentare il testosterone, dormire abbastanza, non fumare, bere con moderazione, fare un po ‘più di sport (ma non la maratona), e la tua virilità tornerà al galoppo.

Da che età un uomo non si unisce più?

Credi che l’impotenza – o la disfunzione erettile – colpisca in modo consistente gli uomini dopo una certa età; e ti chiedi da che epoca un uomo non è più band? State tranquilli, non c’è fatalità in questo settore. Solo gli atti di prevenzione per non trascurare di continuare a prendere e dare piacere a letto, anche durante la terza età.

Disfunzione erettile in aumento: buone notizie
La disfunzione erettile colpisce sempre più uomini.

L’informazione a priori ha tutto da deprimere, ma ripensateci: è piuttosto una “buona notizia”.

In effetti, c’è una ragione principale per la crescente prevalenza della disfunzione erettile: gli uomini vivono sempre più vecchi.

Quindi, secondo uno studio, in Francia nel 2000, la disfunzione erettile colpiva il 31% degli uomini sopra i 40 anni. (1)

Le proiezioni basate sull’aspettativa di vita nel mondo prevedono che i problemi di erezione potrebbero aumentare fino a tre volte in alcuni paesi in via di sviluppo entro il 2025 e aumentare del 10% in Europa.

È quindi l’aumento dell’aspettativa di vita che spiega l’esplosione dei casi di disfunzione erettile. Cambiamenti nello stile di vita; con successivi divorzi, nuove nozze e l’esistenza di pillole per l’erezione spiegano anche l’aumento del numero di consultazioni con il terapeuta sessuale.

Un problema che sorge dopo 70 anni
Spesso si è preoccupati a partire da 50 anni dei suoi livelli di testosterone e della qualità delle sue erezioni; e immaginiamo che il degrado acceleri per portare automaticamente ad una definitiva assenza di erezione a 80 anni.

È vero che oltre il 66% degli uomini sopra i 70 anni soffre di una qualche forma di disfunzione erettile, rispetto a solo l’11% tra i 40 ei 50 anni. (2)

Ma in realtà le forme gravi di disfunzione erettile colpiscono solo il 10% di questi uomini. D’altra parte, oltre il 36% sperimenta una lieve disfunzione erettile e il 20% soffre di disturbi lievi.

Questo è ancora il 34% degli uomini sopra i 70 anni che non hanno alcuna disfunzione erettile. Quindi quanti anni ha un uomo non più? A 60, 70, 80 o mai. Dipende dal suo stile di vita e dalla sua genetica.

Disfunzione erettile correlata all’età: cause
Non è tanto l’invecchiamento fisiologico che è responsabile dei problemi di erezione negli uomini più anziani, sono soprattutto le malattie legate all’età o alle conseguenze tardive di uno stile di vita malsano.

Ecco alcune delle condizioni più comunemente associate alla disfunzione erettile legata all’età

1 / Ipertensione (cause e trattamenti)
2 / Problemi cardiovascolari
3 / colesterolo
4 / Diabete
5 / depressione
6 / Malattie della prostata (e operazioni)
7 / astinenza sessuale
La depressione e l’ansia legata all’età, così come l’adenoma prostatico benigno, sembrano essere ragioni di consultazione più frequenti (2).

Quando si tratta di astinenza, sembra essere una vera causa di degenerazione del tessuto dopo una certa età.

Dopo 50 anni, interrompere qualsiasi attività sessuale può causare fibrosi all’interno dei corpi erettili. Cioè, i tessuti si induriscono e perdono la loro elasticità. Questa fibrosi è anche associata a malattie degenerative come il diabete, l’aterosclerosi …

Evitare la disfunzione erettile legata all’età – un uomo striscia non è più
Quindi quanti anni ha un uomo non più? Da l’età in cui la loro salute si deteriora fino al punto di influenzare la sua sessualità.

Un vecchio 60 anni che soffre di eccesso di colesterolo aterosclerosi, ipertensione, diabete, è obeso e fuma l’affare sarà probabilità di avere problemi di erezione.

Un uomo di oltre 80 anni in forma fisica che l’esercizio fisico regolare è una dieta sana e non fumare può avere erezioni soddisfacenti.

A parte alcune malattie come il cancro alla prostata o di malattie cardiache e neuropatie genetiche, non c’è ineluttabilità all’impotenza legato all’età.

Ma devi sapere cosa vuoi.

Certamente si può prescrivere una pillola per l’erezione; purché non interferisca con i trattamenti cardiaci o l’ipertensione.

Coloro che desiderano essere in grado di continuare naturalmente gli schiaffi dopo 70 anni devono iniziare a preoccuparsi della loro salute fisica e mentale da 40-50 anni.

Per una bella erezione senza viagra dopo 70 anni:
Smetti di fumare il prima possibile
Il tabacco attacca direttamente le arterie; più tardi fumerai, più le tue arterie saranno difficili da portare la quantità necessaria di sangue nel pene con l’età.

Adotta una dieta sana
Una dieta sana previene l’eccesso di grasso corporeo che causa la conversione del testosterone in estrogeni. È quindi necessario avere al più presto una dieta a basso contenuto di carboidrati, dominata da frutta e verdura, grassi buoni e buone fonti di proteine. Pensa di mangiare spesso ostriche per mantenere alti livelli di zinco.

Limitare l’alcol
Un bicchiere di vino rosso di volta in volta non deve necessariamente essere vietato perché il vino contiene antiossidanti buoni per le navi. D’altra parte, l’eccessivo consumo di alcol a lungo termine può essere una causa del cancro; e può anche accelerare la trasformazione del testosterone in estrogeno.

Fare sport due o tre volte a settimana minimo.
L’esercizio fisico è essenziale per preservare la massa muscolare, il testosterone e mantenere il sistema cardiovascolare.
Ma anche …
Assumere integratori di vitamina D
la vitamina D è una vitamina sintetizzata sotto l’effetto dei raggi solari e la cui carenza è associata a una diminuzione del testosterone. La carenza di vitamina D è spesso associata alla depressione invernale. Manca sempre con l’età, quindi è opportuno assumere integratori giornalieri di vitamina D.

Avere buone relazioni sociali, vedere il mondo il più spesso possibile.
Ciò preverrà la depressione e l’ansia frequenti dopo 70 anni e spesso causando disfunzione erettile.

Fai l’amore o masturbati più volte alla settimana
Capirai, il sesso è usato solo se non lo si usa. Usa il tuo pene il più a lungo possibile e il più spesso possibile per evitare la degenerazione del tessuto corporeo.

5 vitamine necessarie per il tuo testosterone

Mantenere intatta la virilità, il desiderio sessuale e tutta la tua forza vitale, ma anche la muscolatura, la massa ossea e il morale dell’acciaio, non importa quanti anni hai?

Quindi tratta i tuoi livelli di testosterone: l’ormone della virilità da cui dipendono tutti questi parametri, che rendono la vita più bella. Per questo, scopri quali sono le 5 vitamine necessarie per il tuo testosterone. (Qui il termine vitamina copre anche minerali e amminoacidi)

Vitamina D
La vitamina D è una particolare vitamina che può essere sintetizzata dal corpo da … raggi solari. Sono infatti i raggi UV a rendere possibile la produzione di vitamina D sotto la pelle.

L’esposizione regolare in primavera e in estate consente di ricostruire logicamente le scorte per un anno intero. Tuttavia, uno stile di vita sedentario e il lavoro d’ufficio spesso ci impediscono di fare rifornimento, anche in estate.

Eppure la vitamina D è cruciale perché:

aumenta l’immunità aumentando la produzione di globuli bianchi
riduce il rischio cardiovascolare
riduce il rischio di cancro
previene la demenza
previene la depressione …
Ma qual è la relazione tra testosterone e vitamina D? E tutti gli studi lo dimostrano: più vitamina D nel sangue, più testosterone hai.

Viceversa, la carenza di vitamina D abbassa sistematicamente il testosterone.

Si raccomanda di assumere fino a 1000 UI di vitamina D3 (colecalciferolo) al giorno.

Vitamina B 6
La vitamina B6 è una delle otto vitamine del gruppo B. Non è sintetizzata dal corpo, è solubile in acqua e quindi non si conserva perché viene eliminata nelle urine.

La vitamina B6 è essenziale per più di 100 reazioni metaboliche ed enzimatiche nel corpo umano.

Permette, tra le altre cose, il metabolismo di proteine, lipidi, amminoacidi e carboidrati. Come forse sapete, il testosterone è sintetizzato dal colesterolo, un lipide nel sangue.

Quindi senza B6, nessuna produzione di testosterone ottimale. Nel 1984, uno studio sui ratti mostrò che la carenza di vitamina B6 portava a una significativa riduzione della concentrazione di testosterone .

La vitamina B6 si trova in carne, frattaglie, uova, latticini, alcuni legumi e riso integrale.

zinco
Lo zinco è forse la più importante delle 5 vitamine necessarie per il tuo testosterone. Eppure non è una vitamina, ma un elemento traccia.

Come lo zinco della vitamina D è molto utile per preservare l’immunità e proteggerci dalle malattie, specialmente in inverno.

Ma soprattutto, lo zinco sembra essere un inibitore dell’aromatasi, cioè impedisce al testosterone libero di trasformarsi in estrogeno. Inoltre, inibisce anche la conversione di questo testosterone libero in DHT (diidrotestosterone) non necessario e dannoso.

È anche dimostrato che una carenza di zinco è sistematicamente responsabile di un calo dei livelli di testosterone.

La supplementazione di zinco negli uomini carenti aumenta quindi i livelli di testosterone e viceversa.

Se pensi di non rischiare problemi di zinco, pensaci due volte:

Lo zinco viene eliminato attraverso la sudorazione e lo sperma (4).

Quindi, se tu:

sudano molto
fare sport intensamente
eiaculare spesso
Quindi potresti soffrire di carenza di zinco.

Un uomo normalmente costituito deve consumare 15 mg di zinco al giorno. Per consumare regolarmente zinco, pensa alle ostriche. Questi sono gli alimenti che contengono più zinco con 33 mg per 100 g. Anche carne rossa, frattaglie e frutti di mare sono ottime fonti di zinco.

magnesio
Anche lui è un elemento oligo, e anche lui è capitale in molte aree.

Il magnesio assicura l’equilibrio nervoso ed è molto stressato durante i periodi di stress perché elimina il cortisolo, l’ormone dello stress.

Ma dove il magnesio fa una virilità forte e merita il suo posto tra le 5 vitamine necessarie per il tuo testosterone, è che il magnesio combatte contro gli effetti della terribile SHBG o della Globulina legante l’ormone sessuale.

SHBG è una proteina che si attacca al testosterone e la rende non disponibile al corpo. La presenza di alti livelli di magnesio nel sangue è legata a una maggiore concentrazione di testosterone biodisponibile, come dimostrato da uno studio del 2009.

Buone quantità di magnesio si trovano in verdure verdi, mandorle, cacao, cereali e fagioli secchi. In caso di carenza di integrazione è facile entrare in farmacia.

BCAA
I BCAA sono aminoacidi a catena ramificata, tre amminoacidi essenziali che il corpo non sintetizza da solo. Questi sono leucina, isoleucina e valina.

Questi amminoacidi sono culturisti molto popolari perché sono molto utili per la crescita e la riparazione muscolare dopo l’esercizio.

Ma è anche dimostrato che hanno un effetto anabolico, cioè aumentano i livelli di testosterone.

Nel 2010, uno studio su BCAA è stato condotto per 4 settimane in placebo in doppio cieco contro atleti sottoposti ad allenamento ad alta intensità e resistenza.

Di conseguenza, non solo i BCAA hanno aumentato significativamente i livelli di testosterone nel gruppo placebo rispetto al gruppo placebo, ma hanno anche ridotto i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress che abbassa i livelli di testosterone.

I BCAA hanno anche la capacità di aiutare a bruciare i grassi, che possono aiutare a migliorare i livelli di testosterone negli uomini in sovrappeso.

Infatti, il grasso stimola la produzione di estrogeni a scapito del testosterone.

I BCAA sono disponibili come supplementi dietetici nei negozi di alimenti naturali, nutrizione per il fitness o su internet. Affidati a marchi affidabili e riconosciuti